l’11 settembre, 10 anni dopo

Pubblicato: 29/09/2011 da onnipotente in Generale
Tag:, ,

Pochi giorni fa gli USA e la maggior parte dei Paesi hanno ricordato il decennale della tragedia dell’11 settembre. Migliaia di persone sono morte negli attacchi, molte negli anni per le conseguenze di intossicazioni varie, e molte di più nelle successive e conseguenti guerre scatenate dagli USA per motivi che in realtà ben poco hanno a che vedere con gli attacchi (veri o architettati dai servizi segreti USA, ancora non si sa) ricevuti dieci anni fa.

Tutto triste, tutto tragico, sicuramente. Va bene che si trattava del primo attacco subito in casa da quei guerrafondai imperialisti che per il mondo hanno disseminato crudeltà e schiavitù (economica, ma sempre schiavitù è), però non possiamo non ricordare che nel resto del mondo sono accadute tragedie ben peggiori… a partire dai due ordigni nucleari sganciati dagli USA sul Giappone.

Sia fatta la mia volontà.

Annunci
commenti
  1. atarossija ha detto:

    vedi che continui alcor, sei il solito provocatore che non sa fare altro, ora torno in un angolo a piangere tranquillo.

  2. atarossija ha detto:

    neppure io so che storia tu conosci ma l’unione sovietica venne portata a quel patto in quanto Francia e GB aizzavano Hitler contro la stessa URSS. Col piano Dowes GB e US hanno finanziato il riarmo bellico della Germania dal ’24 e tutto fu messo nero su bianco col trattato di locarno del ’25. Il patto di intesa del ’33 tra francia inghilterra germania e italia era atto ad isolare l’URSS. successivamente italia e germania hanno rivendicato ex colonie e l’inghilterra non ha mosso un dito. nel ’37 il ministro degli esteri inglese halifax propose a hitler di far entrare l’inghilterra nel patto d’acciaio, pur consapevole dei piani di invasione di cecoslovacchia, polonia e austria. nel ’38 alla conferenza di monaco italia germania inghilterra e francia autorizzarono l’occupazione della cecoslovacchia e in seguito nel ’39 hitler chiese alla polonia anche danzica. L’URSS richiese più volte a francia e inghilterra di smetterla con la loro politica di pacificazione ma ricevendo sempre picche, in quanto l’obiettivo era che hitler si espandesse fino ad attaccare l’URSS. quindi il patto Molotov-Ribbentrop di cui tu parli ha queste premesse, con il doppio gioco di inglesi e francesi. raccontiamola tutta la storia e non solo quello che interessa.
    Mi parli di gulag sui quali posso anche darti ragione ma le riserve indiane cosa sono secondo te? dai su.

    la guerra in casa? quanti morti han avuto in casa gli americani nella seconda? non avran voluto la guerra ma come ti ho scritto sopra han lasciato fare e anzi han favorito certi episodi pur consapevoli di cosa avrebbero potuto generare.

  3. steffa88 ha detto:

    a quanto mi risulta nel 24 in Germania non c’erano i nazisti, e comunque gli americani finanziarono la Repubblica di Weimar per aiutarli a uscire dalla pesantissima crisi economica e riuscire a pagare i debiti di guerra non finanziarono il riarmo tedesco.

    Il patto a quattro del 33 era un tentativo anglo-francese di tenere a bada quel pazzo di Hitler mediando con il più trattabile Mussolini, volevano tentare di cedergli qualche territorio per evitare una guerra mondiale, ciò che passò alla storia come politica dell'”appeasement”; nello stesso verso va inteso il tentativo di Halifax e quello dell’accordo di Monaco, e fu un errore intendiamoci, io sto con Churchill quando disse “potevano scegliere tra il disonore e la guerra, hanno scelto il disonore e avranno la guerra”. E i nazisti provarono poi a portare gli inglesi dalla loro parte, ma senza successo, con i russi invece riuscì piuttosto bene. Tra l’altro a Stalin i nazi piacevano assai, come confermano tutte le fonti dell’epoca, in occasione dell’accordo disse qualcosa tipo “le firme sono una formalità, con un tedesco mi basta la parola”. si si, buoni buoni i soviet

    gli americani non han fatto nulla per appoggiare i tedeschi, da te poi, cazzo, stai a dire che gli americani son vittime del complotto sionista destocazzo, e ora hanno aiutato Hitler? ma per favore…

  4. atarossija ha detto:

    io non parlavo di nazisti, parlavo e parlo di nazioni, infatti ho parlato di riarmo della germania non del partito nazionalsocialista. se tu credi che con i soldi ricevuti dagli statunitensi non si siano riarmati, puoi credere pure a gesu cristo per quanto mi riguarda.

    il patto di intesa era atto a controllare l’URSS non hitler, in quanto il pericolo di quegli anni era il comunismo, se poi te vuoi ribaltare la storia libero di farlo. halifax voleva entrare nel patto d’acciaio, non era hitler a chiederlo, quindi eran gli stessi inglesi a voler stare da quella parte. sai, stalin ha provato a fidarsi più dei tedeschi visto che con inglesi e francesi ha cercato un accordo, ma pretendevano fedeltà nel caso di attacco a gb o francia e nel caso fosse attaccato l’URSS non avrebbero avuto obblighi di aiutare l’alleato. si si, buoni gli inglesi.

    di che complotto parli? solo due righe tanto per capirsi: l’IG Farben, fautrice del più grande impianto industriale e del campo di auschwitz nel 1940, era consociata alla Standard Oil di Rockefeller (il quale era dentro la FED). IG Farben, Standard OIl e General Electric (con azionista di maggioranza la famiglia Roosevelt) erano cartelli in germania. Il 95% dell’esplosivo era prodotto dalla IG Farben e dalla Vereinigte Stahlwerke con tecnologia e finanziamenti US. Nel ’43 l’85% dei prodotti petroliferi veniva importato e ne servon molti durante una guerra, e questo non sarebbe stato possibile senza l’accordo tra IG Farben e Rockefeller. Infine la IG Farben era controllato dai Rothschild, gli stessi che per dirne una erano implicati nel traffico d’oppio che portò alla famosa guerra dell’oppio. ah si la IG Farben non è mai stata bombardata durante la seconda guerra mondiale, guarda caso. si si, buoni gli statunitensi (scrivere americani sarebbe un’offesa per i popoli del continente americano) e i Rothschild.

  5. lezapp ha detto:

    @ atarossija -Avevi ragine Atarosssija (3esse), basta una scintilla piccolissima sul tema, che BOOOMM
    Certo che siete ben corazzati , ragazzi !!

    Leggo con piacere la Vostra discussione….. Vedo anche che sei molto ben informato sulla ” IG Farben, Standard OIl e General Electric (con azionista di maggioranza la famiglia Roosevelt)
    …questo non sarebbe stato possibile senza l’accordo tra IG Farben e Rockefeller. Infine la IG Farben era controllato dai Rothschild, gli stessi che per dirne una erano implicati nel traffico d’oppio che portò alla famosa guerra dell’oppio. ah si la IG Farben non è mai stata bombardata durante la seconda guerra mondiale, guarda caso.”
    Very compliments…. Ho la sensazione che se aggiungo qualche cosa , rovino il tuo commento (nel senso che , non ha bisogno di nulla di +), però una , solo una cigliegiona l’aggiungo, come si fa con una squisita torta: tanto se non piace, la si butta , senza alterare la qualità della torta… BAYEROINA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...