Ricordiamoli

Pubblicato: 27/01/2012 da varanasygirl in Generale
Tag:,

Oggi è il Giorno della Memoria, si ricorda la Shoah, ce lo diranno ad ogni notiziario mandando in onda le immagini dei campi di concentramento di 70 anni fa. La faccio breve e vi dico che io oggi voglio ricordarmi di loro.

Scusate l’entrata a gamba tesa.

Annunci
commenti
  1. Gunny ha detto:

    Ata, mi piacerebbe incontrarti per poterti dire liberamente qual è il mio pensiero e oltretutto, qualche prova, la più evidente ce l’abbiamo sotto gli occhi….chi sono gli unici che hanno guadagnato qualcosa di visibile a tutti dopo la seconda guerra mondiale??? Dai che è facile.
    Purtroppo di certe cose Ata non si può nemmeno scrivere, siamo tutti monitorati…porca paletta..

  2. Gunny ha detto:

    rimane il fatto, che per chi è morto soffrendo in quel modo, mi dispiace e molto…

  3. Giangius ha detto:

    @atarossija:
    dai tuoi commenti sembra che tu possieda la verità assoluta di cosa è accaduto in quegli anni. Ancora oggi non sappiamo buona parte delle scelte che sono avvenute sottobanco dai vari potenti dell’epoca.
    Non possiamo fare revisionismo storico, non è facile scrivere la storia; da tutte le parti che la guardi non si può capire tutto, ed è questo penso tu cerchi di far capire.

    Per questo vorrei avere delle fonti su ciò che dici. Scrivi che non si può parne, ecco io vorrei capire questo tuo punto di vista di quel periodo. Dammi delle fonti cartecee, dei libri, mi sembra un argomento, difficile (in ogni senso) ma interessante.

  4. atarossija ha detto:

    @ giangius

    a me pare invece che la verità assoluta l’hanno loro con i loro film, i loro viaggi dell’orrore, e che loro sono portatori di verità assoluta dato che non vogliono che si indaghi sulla loro storia e quindi creano il reato di revisionismo. O si accetta quello che si è deciso 70 anni fa oppure sei un “revisionista”…brutto e cattivo oltretutto e già che ci siamo pure razzista.

    Vuoi leggere qualcosa non di parte? Carlo Mattogno o Robert Faurisson. Ma se parti prevenuto lascia stare visto che se leggi di loro su wikipedia troverai solo conferma alle tue ipotesi su quanto questi studiosi siano brutti e cattivi. Fonti ne puoi avere quante ne vuoi, ci sono studiosi in Germania che sono finiti in galera e pestati a sangue per ciò che han detto e scritto (allo stesso Faurisson han spaccato la mascella). E poi se hai visitato Auschwitz basta il tuo spirito di osservazione per capire che in quelle piccole “camere a gas” chiuse con una porta di legno (????) non ci potevano stare migliaia e migliaia di persone. Ma ripeto forse i nazisti erano dei rettiliani e avevano il potere di far stare tutti quegli ebrei in poco spazio come fossero pezzetti di un tetris. Chi lo sa!

    Sul numero di morti ad Auschwitz ti basterebbe usare google immagini…in ogni caso queste sono le due diverse incisioni riportate prima del 1989 (ho sbagliato l’anno precedentemente) e dopo il 1989 http://www.davidduke.com/images/Plaques1.jpg

    @ gunny

    a me tocca molto più vedere morire persone sotto il fosforo bianco a falluja o in palestina

  5. Giangius ha detto:

    “Ma se parti prevenuto lascia stare visto che se leggi di loro su wikipedia troverai solo conferma alle tue ipotesi su quanto questi studiosi siano brutti e cattivi. ”
    io non ho detto che sono prevenuto, che li considero esseri immondi. Proprio perchè non so cosa abbiano detto o scritto, per questo volevo capire il tuo punto di vista controcorrente.

    Il mio “revisionista” sta sul fatto che non sappiamo tutto.
    Sono d’accordo sul dire che non c’è stata solo la shoah. Ma tieni presente che oramai è il punto di riferimento per gli orrori che l’essere umano può compirere, non si può sminuire facilmente ed essere additati è una cosa abbastanza palese.

    Io sono aperto su ogni idea o fatto che può essere reale o meno, per questo volevo delle fonti certe.

  6. Giangius ha detto:

    quando mi sarò letto qualcosa di Carlo Mattogno o Robert Faurisson, ne riparliamo.

  7. Gunny ha detto:


    qua se si vuole sentire qualcosa di diverso….datemi retta, impegnate un pò di tempo a sentire quest’uomo…

  8. atarossija ha detto:

    gunny ti consiglio di leggere il libro di barnard “perché ci odiano” 😉

    @ giangius

    non dico che sei prevenuto, ma già che si definisca revisionista chi vuole indagare a fondo un determinato avvenimento e non credere a ciò che venne deciso a Norimberga con il clima dei vincitori mi lascia intendere che un pochetto tu lo sia. Poi se vuoi informarti bene, se no amen. 🙂

  9. perplessa ha detto:

    “il numero mai dimostrato: a norimberga si parlava di 40 milioni, ad auschwitz la targa fino al 1995 riportava 4 milioni di morti, mentre dopo è stata cambiata riportandone 1 milione e mezzo”

    ma x’ anche se fossero centomila ci sarebbe una differenza?

    sull’informarsi tanto di cappello, dovremmo sempre farlo tutti ma di certo non cambia la gravità della situazione
    molti fatti per il periodo in cui avvengono, per il modo in cui avvengono e, sicuramente, per la suggestione che creano, passano alla storia più di altri e, per questo, vengono ricordati con ricorrenze più o meno sensate…
    pensate che ne so all’11 settembre….non ci sono forse state nel mondo tragedie maggiori?
    eppure ogni 11 settembre ci sbattono in faccia ricorrenze e cerimonie…ma questo non significa che non si debba conoscere la storia e la proporzione degli eventi nella stessa

  10. Giangius ha detto:

    Su ogni cosa se non ho conoscenze in merito, cerco di rimanere su alcuni punti che so essere plaubili; come con le decisioni di Norimberga sono d’accordo con te, anzi non dovrebbero nemmeno essere considerate, come fonte veritiera (v. comunismo Russo).

    Io mi baso su un concetto semplice:

    “Teoria della montagna di merda: Un idiota produce più merda di quanto un gruppo di persone intelligenti possa spalarne”

    Non intendere l'”idiota”, come una offesa per te. Ma più un concetto generale adatto ad ogni argomento.
    Ci sono fatti storici che sono punti fissi, non confutabili. La shoah si può smontare, girare vedere da tutti i punti di vista, ma rimane un fatto. Che poi forse è stata ingigantita ti dico: “può essere vero”.

    Mi capita troppe volte, in argomenti di informatica/matematica, di cercare di smontare dimostrazioni a teoremi, di persone che si svegliano la mattina ed in una mezza paginetta scrivono la più grande dimostrazione del secolo.
    La mia ricerca di fonti certe nasce da qui 🙂

  11. atarossija ha detto:

    @ perplessa

    “ma x’ anche se fossero centomila ci sarebbe una differenza?”

    mi meraviglia che un avvocato tolleri le menzogne. si c’è una differenza sostanziale, soprattutto perché se i morti diminuiscono di 2.5 milioni ma il totale resta uguale, vorrei che tu mi spiegassi per quale legge della matematica questo accade.

    @ giangius

    per rimanere in tema di matematica ripropongo lo stesso quesito anche a te: se i morti diminuiscono di 2.5 milioni ma il totale resta uguale, quale formula matematica è stata applicata?

    Se le risposte a confutazioni di carattere storico sono solo che “tanto non fa differenza il numero” capisco perché si preferisce rendere reato la ricerca storica e togliere la libertà di parola e pensiero.

  12. perplessa ha detto:

    beh mi meraviglia che tu non sappia che un avvocato generalmente tollera le menzogne che gli fanno comodo 😎

    cmq io, come credo nessuno qui, non sono solita togliere la libertà di parola e di pensiero a nessuno
    tantomeno a te
    men che meno mi fregio del potere di rendere reato quel che tu chiami ricerca storica …lungi da me
    tu sei libero di pensare e credere a ciò che vuoi così come noi siamo liberi di pensare e credere ciò che vogliamo senza essere tacciati di ingenuità buonismo deficienza diffusa senso di colpa cronico e chi più ne ha più ne metta
    io non mi sento in colpa verso nessuno mi limito a dire che una cosa che è successa non è stata giusta punto
    potrò documentarmi ma continuerò a pensarla così
    continuerò a pensare che un numero non faccia differenza se sono in gioco vite umane

    e con questo chiudo l’argomento perchè non voglio certo stare qui fino al prossimo giorno della memoria a sorbirmi le lezioni di ata !

  13. perplessa ha detto:

    ah solo per precisare
    quel che tu chiami ricerca storica
    io sono solita chiamarlo punto di vista
    che da che mondo e mondo influenza tutte le ricerche storiche mai svolte su questo fottuto pianeta

  14. marchettino73 ha detto:

    Ora……dal mio “punto di vista” ata,perply t’ha fatto ‘r culo :mrgreen:
    E un c’è neanche nulla da revisionà 😎

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...