Sono tornato, e sono incazzato.

Pubblicato: 31/01/2012 da 2010fugadapolis in Generale
Tag:

Liquido in due righe l’esperienza di questi giorni: dopo anni (e dico anni) che la scampavo, mi sono beccato l’influenza che gira questo inverno. Cinque giorni di merda, in tutti i sensi, febbre alta che non scende manco a calci, e da bravo ex-fumatore, complicazione con bronchite che abbaio come un cane e mi tocca una settimana di antibiotici.

Però sono vivo. Ancora.

L’incazzatura di cui al titolo è invece dovuta ad un fatto. Personale, doloroso, inspiegabile.

Personale perchè si tratta di un amico, doloroso perchè l’amico non c’è più, inspiegabile come solo la scomparsa di una persona giovane può essere.

Un ragazzo coi controcoglioni, con una compagna ed una bambina meravigliose. Conosciuto per caso vent’anni fa perchè  quel giorno era l’unico veterinario aperto in zona. Una persona che nel tempo mi ha salvato animali che chiunque altro avrebbe soppresso (magari facendosi pure pagare per l’iniezione). Una persona che è finita a fare debiti su debiti pur di aiutare la gente. Una persona che non si è mai approfittata delle enormi capacità che aveva. Lui la sua “arte” (quella di guarire) la regalava, al contrario di tanti pezzi di merda che sulle malattie (non solo degli animali) ci si arricchiscono.

Uno che col tempo da “veterinario” è diventato “Amico”, che non si è mai tirato indietro. Uno con cui ci siamo fatti tante di quelle risate che ancora ne sento l’eco. Solo che adesso quell’eco mi fa piangere. E non sono uno che piange, di solito.

E’ vero, si era ammalato, un paio d’anni fa. Ma era un medico coi controcazzi anche per se’, e ne era uscito fuori. Meglio di prima. Stava meglio di prima.

E quando una persona così, di punto in bianco sparisce, ci rimani come un babbeo. E (anche se sembra stiracchiata e trita retorica) rifletti sul fatto che a volte la vita è davvero stronza.

Ecco, questi giorni si cazzareggiava un po’ troppo da queste parti, ho pareggiato.

Questa l’ho ritrovata ieri: è del 2006, quando lui stava ancora bene e io mica tanto (sembro un altro, ma sono io). Ecco, questa è la faccia e questo è il sorriso che voglio ricordare…

 

Annunci
commenti
  1. marchettino73 ha detto:

    ….. sapendo che tra noi c’è del tenero,…

    Sì,la tù fava :mrgreen:

  2. Gunny ha detto:

    guarda che la fava tenera è una chiccheria mai vista…

  3. marchettino73 ha detto:

    Lo disse anche quér vecchietto…”bimba,se ti garba moscio ti fò impazzì” :mrgreen:

  4. tafkamrlorenz ha detto:

    Fortunatamente Albe non ho mai provato nulla di simile. Posso solo dirti che sei fortunato ad avere conosciuto persone speciali e a poterbe conservare bei ricordi
    Tanti di noi incrociano persone speciali nella vita e provano a fregarle o si rodono dall’invidia. Tu hai avuto la dote di saperne tirar fuori la parte migliore
    E dopo questa vo a letto. Domani vi posto il mio itinerario

  5. perplessa ha detto:

    eh gunny……noi dobbiamo essere più forti 😛

  6. marchettino73 ha detto:

    perplessa on 02/02/2012 alle 10:41 said:
    eh gunny……noi dobbiamo essere più forti

    Mah……più che altro lui :mrgreen:

  7. perplessa ha detto:

    bhe no lui al massimo più…duro! 😆 😆 😆 😆 😆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...