Firmi da vede, – Ascensore per il patibolo

Nel 1958 un ex assistente regista e cameramen di Jacques Cousteau di nome Louis Malle gira, a 24 anni il suo film d’esordio “Ascensore per il patibolo”

Poi chiama Miles Davis e gli chiede una colonna sonora. La leggenda narra di una lunga notte in cui Miles, accompagnato da un sax, un piano, un contrabbasso e una batteria improvvisa di fronte alle immagini mute che passano sullo schermo. Una registrazione in presa diretta.

E il rapporto tra cinema e musica da allora cambia per sempre.

A rendere questo film un capolavoro ci sono anche una trama al limite della perfezione. Facce, espressioni, una regia e luci tutte di livello assoluto. Un finale talmente potente, visivamente, da farti venire brivifi freddi lungo la schiena.

Ma tutti questi sono gli “anche” di una leggenda, che da sola, basterebbe a rendere questo film imperdibile

Forse e’ vero che i francesi non sanno piu’ far film. Ma una volta, cazzo se ci sapevano fare!

 

4 pensieri riguardo “Firmi da vede, – Ascensore per il patibolo”

  1. Consiglio vivamente la visione dei primi 100 secondi di questo film. Poi decidete se andare avanti. Ero con la moglie sul divano a cazzeggiare in attesa di vedere “paranormal activity” e mi son bastati meno di 60 secondi di questo film per cambiare programma

  2. Io invece consiglio la visione di tutto il filmo…. Poi, giustamente il parere e gusti rimangono soggettivi. Si, bella segnalazione Lorenz…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...