Run for a reason

In data 18 Novembre 2011 un cicciotto, scarsamente allenato, spaurito e assonnato runner (si narra fosse una delle misteriose identita’ del leggendario blogger del 21mo secolo, ma questa e’ un’altra storia) si presentava a una improbabile ora del mattino alla partenza della Abu Dhabi Yas Half Marathon con la sola ambizione dI finirla.
All’arrivo, insoddisfatto della banana e della sottomarca Gatorade, decideva di rifocillarsi al buffet dello Yas Viceroy hotel, pagando una 15na di euri per salsicce di pollo, bacon di vacca, succo di frutta, e insomma tutte le limitazioni che in un paese musulmano rendolo il barbecue una esperienza dimenticabile.

Seguiva attentamente la premiazione, rendendosi conto che il suo tempo, poco superiore alle 2 ore, lo avrebbe piazzato sul gradino piu’ basso del podio podio tra gli ultrasessantenni maschi e che pure diverse signore ultracinquantenni lo avevano preceduto.

Poi, nella “riffa” che assegnava i premi non ritirati (succede, a volte) vinceva, con fortuna sfacciata, una busta

Contenente un buono

Che lo scorso sabato provvedeva a spendere qui

Ordinando una cena per due dal prezzo di circa 350 euro (giro ostriche e frutti di mare per iniziare, filetto di wagyu per lui, aragosta per lei, vino, ahime’ della casa, o partivano 100 euri per un tavernello) e pagando solo caffe’ e ammazzacaffe’….circa 22 euri piu’ 15 euri di mancia

Se i miei articoli non vi hanno ancora ispirato a iniziare a correre, spero che questo vi tolga ogni residua remora