Fatto

Stamani ho mandato un sms.
Ma non di quelli soliti in cui cazzeggio,ne ho mandato uno a cui mi hanno risposto così:

“….TIM e il Dipartimento della Protezione Civile ringraziano per il sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto….”

L’ho mandato al 45500.
Adesso tocca a voi.

20120530-075126.jpg

L’inutilità della Sardegna

AJÒ....

Sbarazzarsi della Sardegna è un chiodo fisso presente in ogni agenda di governo degli ultimi 150 anni. Tuttavia il piano, essendo di difficile attuazione non è mai stato portato a termine. Il primo metodo ivi proposto consiste nel fingere che l’isola al largo del mar Tirrenium non sia mai esistita.Tanto è vero che lo statuto speciale dell’isola è rimasto ad ammuffire nella cantina di Ziu Fratzischinu, sperando che possa dar vita ad una coltivazione di funghetti allucinogeni d.o.c. da esportare nel Tagikistan. Nel frattempo che i funghetti crescano, si potrebbe  procedere a cancellare l’isola da ogni cartina geografica, mettendoci al suo posto una seconda Corsica. In seguito ogni documento che comprovi la sua esistenza dovrebbe essere eliminato o modificato cambiandone il nome ( con un referendum a d.o.c.). I personaggi famosi Sardi diventerebbero seduta stante di nazionalità Francese e sarebbero trasferiti in Corsica. A questo punto, ad alcuni lettori rompicoglioni curiosi verrebbe spontaneo chiedere : ” E la vera isola che fine farebbe?”  Questa domanda “sisà“, non è pertinente all’argomento, poiché la Sardegna non è mai esistita. Se poi, provare l’inesistenza dell’isola risulterebbe troppo difficoltoso, perché non tentare di vendere il suddetto incomodo? Visto che l’Italia… Se proprio vuoi leggere il seguito di questa cazzata… L’inutilità della Sardegna