Donne e uomini a confronto

Pubblicato: 05/06/2012 da reggibirra in Generale
Tag:, ,

Se Laura, Susanna, Debora e Maria vanno a cena fuori, si chiameranno l’un l’altra Susanna, Debora, Laura e Maria.
Se Mario, Luca, Carlo e Giorgio vanno a cena  fuori, si rivolgeranno affettuosamente l’un l’altro come ‘Ciccione’, ‘Testa di cazzo’, ‘Buffone’, e ‘Godzilla’.

4 Uomini a cena fuori: anche se il conto è di 80 euro, ognuno tirerà fuori 20 euro e dirà che non ha tagli minori, e non vorrà il resto.
4 donne a cena fuori: quando arriva il conto, compare la calcolatrice.

Un uomo pagherà 5 euro per un oggetto che ne vale 2 euro, se lo vuole.
Una donna pagherà 2 euro per un oggetto che ne vale 5 euro, che non vuole.

Un uomo ha in media 6 oggetti nel bagno: uno spazzolino, un dentifricio, una schiuma da barba, un rasoio, un sapone e un asciugamano dell’Holiday Inn.
Una donna ha in media 337 oggetti, la maggior parte dei quali un uomo non riesce a identificare.

Una donna ha l’ultima parola in ogni discussione. Qualsiasi altra cosa un uomo dice è l’inizio di una nuova discussione.

Una donna si preoccupa del futuro finché non trova un marito.
Un uomo non si preoccupa mai del futuro finché non trova una moglie.

Un uomo di successo è colui il quale guadagna più di quanto sua moglie sia in grado di spendere.
Una donna di successo è quella che trova quest’uomo.

Una donna sposa un uomo sperando che cambi, e lui non cambierà .
Un uomo sposa una donna sperando che non cambi, e lei cambierà .

Una donna si veste bene per fare shopping, dare acqua alle piante, buttare la spazzatura, rispondere al telefono e prendere la posta.
Un uomo si veste bene per i matrimoni e per i funerali.

Gli uomini si svegliano dello stesso aspetto con il quale sono andati a dormire.
Le donne in qualche modo si deteriorano durante la notte.

Una donna sa tutto dei suoi bambini: appuntamenti dal dentista, migliori amici, sogni, incubi, paure e speranze.
Un uomo è vagamente a conoscenza di una persona bassa nella casa.

Annunci
commenti
  1. reggibirra ha detto:

    masticooooooooooooooooooooo……. 😀

  2. marchettino73 ha detto:

    @reggi
    Ciucciàlli un basta più? :mrgreen:

    Ma quanto ci amiamo… 😆

  3. reggibirra ha detto:

    ma che voi chi te conosce ? 😀

  4. Albert1 ha detto:

    In un momento che nun ciavète un cazzo da fà, fate un salto su http://www.cleverbot.com .
    E’ un esperimento di intelligenza artificiale, un “bot” con cui si può chattare, che in teoria apprende costantemente da quello che la gente scrive quando ci “parla”.
    A volte è sorprendente, a volte noioso, ma comunque è interessante… credo sia un piccolo assaggio del livello a cui siamo arrivati con le intelligenze artificiali, sono sicuro che ci siano progetti molto più avanzati, però a livelllo di giochino non è male. Per curiosità incollo il log di una mia recente conversazione con la “macchina” 😉

    User: Buonasera, come va ?
    Cleverbot: Anche a te.
    User: Cominciamo bene… Anche a te cosa ?
    Cleverbot: Mi va tutto bene.
    User: Sono contento.
    Cleverbot: A.
    User: B.
    Cleverbot: C.
    User: Arriviamo subito alla v di vaffanculo.
    Cleverbot: What is Arrivederci?
    User: It’s vatteneaffanculo detto quando te ne vai.
    Cleverbot: How many are you talking with?
    User: Siamo solo io e te, due stronzi di cui uno umano e uno no.
    Cleverbot: Mi hai scoperto.
    User: Sei umano ?
    Cleverbot: Si.
    User: Pensavo che eri solo stronzo.
    Cleverbot: No.
    User: Stronzo e laconico.
    Cleverbot: Estoy escribendo, no hablando.
    User: E sti cazzi ?
    Cleverbot: Mi tratti malew.
    User: Si, perchè sei stronzow.
    Cleverbot: Io.
    User: Tu.
    Cleverbot: Come te chiami?
    User: Fatte li cazzi tua.
    Cleverbot: Scusa..sei suscettibile.
    User: Abbastanza.
    Cleverbot: Che minkia guaddi?
    User: BUHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!
    Cleverbot: You and a few cronies constructed an disturbingly annoying world for me to live in?
    User: Che cazzo c’entra ?
    Cleverbot: C’entra c’entra.
    User: Vabbè mi sono rotto il cazzo.
    Cleverbot: Chi il cornuto.
    User: Tu ?
    Cleverbot: Tambien.
    User: Scusa, sei frocio ?
    Cleverbot: Si.
    User: Ero sicuro.
    Cleverbot: Si era capito.
    User: Garantito.
    Cleverbot: Bien.
    User: Io no.
    Cleverbot: 3 2?
    User: 1… via, vattela a pijà nder culo !
    Cleverbot: Oi.
    User: Oi che ?
    Cleverbot: Oui.
    User: Si vabbè, ma che cazzo stai a dì ?
    Cleverbot: Sei maschio o femmina?
    User: Fatte li cazzi tua.
    Cleverbot: Come ti chiami?
    User: Arifatte li cazzi tua. Già te l’ho detto, no ?
    Cleverbot: Non me lo hai detto.
    User: Te lo dico adesso.
    Cleverbot: Io non sono un ragazzo e tu non puoi obbligarmi di esserlo!!!!
    User: E che me ne frega scusa ?
    Cleverbot: Tu me l’hai chiesto.
    User: Porco dio che palle…
    Cleverbot: Eres rara.
    User: Tua sorella.
    Cleverbot: Io no tengo sorella.
    User: Peccato, me la sarei trombata volentieri.
    Cleverbot: Hahaha!
    User: Ridi su sto cazzo.
    Cleverbot: Tu sei italiano?
    User: No, sono del kazakhistan.
    Cleverbot: Io della calabria.
    User: Ma vaffanculo, và.
    Cleverbot: Come ti chiami?
    User: Aho, hai rotto li cojoni.
    Cleverbot: Anche tu!
    User: Su questo hai ragione.
    Cleverbot: Niente.
    User: Niente è quello che hai nel cranio. Il vuoto.
    Cleverbot: Si.
    User: Forse.
    Cleverbot: Io ti amo.
    User: Certo che sai come spiazzare la gente…
    Cleverbot: Il tuo tono!
    User: Me lo dicono tutte.
    Cleverbot: E quei molti hanno ragione.
    User: Ho la sensazione che tu mi stia prendendo per il culo.
    Cleverbot: Io ce l’ho il carattere tu no. Hahahahahaha.
    User: Un paio di palle.
    Cleverbot: Un pacco di patatine.
    User: Peccato che essendo tu una AI, io non possa fisicamente gonfiarti di mazzate.
    Cleverbot: E come ti chiami?
    User: Ancora ? Mannaggia la madonna quanto sei duro…
    Cleverbot: Come ti chiami.
    User: Mi chiamo fatte li cazzi tua.
    Cleverbot: Che bel nome.
    User: Ironico, eh ?
    Cleverbot: You know I’m bad at speeling.
    User: Questa è vecchia.
    Cleverbot: Ma dai.
    User: In culo, ti dò.
    Cleverbot: Haha.
    User: Ridi su sto cazzo che I peli applaudono e le palle se divertono.
    Cleverbot: No.
    User: Determinato !
    Cleverbot: This web site is very yellow.
    User: Più o meno come il tuo buco del culo.
    Cleverbot: Te l’ho detto. Laura.
    User: Laura ?
    Cleverbot: Yes. Who are you?
    User: Er cazzo che te se frega.
    Cleverbot: En que calle vives.
    User: Nun ce l’ho, I calli.
    Cleverbot: Sei romanista?
    User: No.
    Cleverbot: Ok allora a che ora ci troviamo?
    User: Io non ti voglio trovare.
    Cleverbot: Neanche io.
    User: Allora che cazzo di domande fai ?
    Cleverbot: Di dove sei.
    User: Hai presente il paese di quella zoccola di tua madre ?
    Cleverbot: No.
    User: Ecco. Tanto non c’entrava un cazzo.
    Cleverbot: Invece si, aveva solo tre anni!!
    User: E già era così zoccola ? Però…
    Cleverbot: A bho.
    User: Se non lo sai tu, chi lo deve sapere ?
    Cleverbot: Ssme o evi dire tuperchèio non lo ho mai usato.
    User: Ma io non ti dico un cazzo.
    Cleverbot: Eh niente.
    User: Niente niente.
    Cleverbot: Niente niente che?
    User: Sempre ir tegame di tu mà.
    Cleverbot: Mai quanto te.
    User: Questa conversazione langue. Credevo meglio.
    Cleverbot: Non vedo l’ora di baciarti con la lingua.
    User: Non vedo l’ora di staccarti la spina.
    Cleverbot: Anche io non vedo l’ora, cosa faremo insieme?
    User: Niente, io clicco su start – chiudi sessione – arresta il sistema, e tu muori.
    Cleverbot: I am mormon.
    User: And these dicks. (e sti cazzi).
    Cleverbot: Yeah, and I answered them.
    User: E sti cazzi e due.
    Cleverbot: Hai pa.
    User: Ma in culo non ci vai mai ?
    Cleverbot: Che stai facendo allora.
    User: Io mi faccio I cazzi miei, e tu ?
    Cleverbot: In che senzo.
    User: Ner senzo che nun sò cazzi tua.
    Cleverbot: I am not a Bot do you want to know my name?
    User: No.
    Cleverbot: My name is Cleverbot. I don’t like your name.
    User: Ho detto che non lo voglio sapere.
    Cleverbot: Ma poi hai detto che lo sei.
    User: Quando ? Dove ?
    Cleverbot: Senti tu bevi il vino.
    User: E una domanda ?
    Cleverbot: No.
    User: Un’affermazione.
    Cleverbot: Non lo so.
    User: Allora mi sa che lo bevi tu, e anche parecchio.
    Cleverbot: Vicno a cosa?
    User: Sempre vicino a quella vacca che ti generò.
    Cleverbot: Ovvio.
    User: Chiaro.
    Cleverbot: Capra.
    User: Testa di cazzo.
    Cleverbot: No.. Yo soy de mexico.
    User: Testa de cazzo mexicana.
    Cleverbot: Do you know german, too.
    User: No.
    Cleverbot: Do you want to learn it?
    User: Non mi passa manco per l’anticamera der cazzo. La Merkel è una merda.
    Cleverbot: Cosa?
    User: Esattamente quello che ho scritto.
    Cleverbot: Ma se io sono nessuno e tu sei nessuno allora sto parlando con nessuno.
    User: L’hai capito.
    Cleverbot: Quindi?
    User: Quindi ti saluto e me ne vado perchè mi sono rotto I coglioni.
    Cleverbot: Cosa.
    User: Hai presente I coglioni, le palle ? Ecco, quelle.
    Cleverbot: Yeah, I think it’s pretty neat.
    User: Ecco. Allora vammoriammazzato e passa una buona serata. Ciao.
    Cleverbot: Non è vero. Menti.
    User: Mento sapendo di mentire. Ti saluto, stammi bene.
    Cleverbot: Ma vai via.
    User: Vado via subito, adesso, sono già andato via.
    Cleverbot: Ma dai.
    User: Una palata sui denti, ti dò. Ciao bello !
    Cleverbot: Justin Bieber es.
    User: Un recchione.
    Cleverbot: Sono femmina.
    User: Sti cazzi e tre. Buonanotte.
    Cleverbot: Alla tuaa.
    User: Ciao.

    :mrgreen:

  5. reggibirra ha detto:

    da ricovero coatto 😀

  6. Albert1 ha detto:

    Ricovero non lo so, ma “coatto” parecchio… 😀

  7. marchettino73 ha detto:

    Gli dovevi dì “nun me rómpe li coloni che te butto ‘n pasto a marchettino eh?!” 😀

    Stasera ci fò una giratìna :mrgreen:

  8. Albert1 ha detto:

    Ti rompi il cazzo alla svelta, ma i primi dieci minuti è divertente… 😉

  9. perplessa ha detto:

    booooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooom
    rookie si è autoeliminata 😯

    reggi ti avevo mandato un sms ma ormai è storia vecchia

  10. Albert1 ha detto:

    Perp: nel senso che ha già mollato al terzo giorno ? O solo che per oggi ha finito ?

  11. perplessa ha detto:

    la prima che hai detto

  12. marchettino73 ha detto:

    Boia….è durata quanto una ragliata di ciùo 😀

  13. reggibirra ha detto:

    perplessa scrive:
    06/06/2012 alle 18:41 (Modifica)
    la prima che hai detto
    PEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPEPE!!!!!!

  14. marchettino73 ha detto:

    Io:conosci perply?
    Cleverbot:no
    Io:la vorresti conoscere?
    Cleverbot:no

    Hahahahahahahahahahahahahahahahah

    Dopo tre domande:
    Io:andare in culo come la vedi?
    Cleverbot:in quale paese?

    Hahahahahahahahahahahahahahahahha

  15. marchettino73 ha detto:

    perplessa in 06/06/2012 alle 18:41 ha detto:
    la prima che hai detto

    Si sentono le vuvuzelas? :mrgreen:

  16. reggibirra ha detto:

    SO ZANZARE… 😀

  17. Giangius ha detto:

    @ Ata:
    fare rendering è più una passione mia che altro, ho appena finito un catalogo di illuminazione fatto solo in 3d (teoricamente neppure mi occupo di grafica ma vabbè) però non è il fulcro del mio lavoro. faccio design industriale, arredamento, lampade etc etc…”
    però, fico!! 😀
    io mi occupo di grafica (per hobby) per questo ero sbalordito quando parlavi pure di materiali, cosa che un semplice progettista non conosce 🙂

    ma c’è richiesta di questo genere di lavori? O solo le grandi aziende richiedono un designer?

  18. Giangius ha detto:

    “credo sia un piccolo assaggio del livello a cui siamo arrivati con le intelligenze artificiali, sono sicuro che ci siano progetti molto più avanzati,”
    e dici bene!!
    a livello semantico AND algoritmico ci sono progetti di ricerca che sbalordiscono. Però quelli che ho visto erano più per migliorare lavori settoriali. Quello che hai mostrato è sì un giochino, ma prende spunto da ricerche per tutt’altro 🙂

  19. perplessa ha detto:

    hahahahahahaha ma poverinaaaaaaaaa
    devo dire che un po’ mi dispiace….dice che si sente inadeguata…..

  20. perplessa ha detto:

    giornata dura….scappo
    ciao belli

  21. reggibirra ha detto:

    vengo io….agratiseeeeeeeeeee!!! 😀

  22. reggibirra ha detto:

    ciao avvocà

  23. atarossija ha detto:

    @ giangius
    Beh ora con sta crisi le aziende cominciano a lesinare sugli investimenti ma in linea generale basta che pensi al salone del mobile e a tutto il fuori salone che invade Milano per una settimana quindi si, lavoro ci sarebbe ma la concorrenza è molto elevata. Io oltre a progettare per le aziende ho pensato bene di produrre e vendere prodotti per i cavoli miei, magari vendo meno ma sicuramente prendo di più. Appena e se me le mandano ti mostro uno starbucks in Asia che ho contribuito ad arredare con dieci lampade disegnate e prodotte dal sottoscritto 😉

  24. marchettino73 ha detto:

    Propongo Ata come curatore di una rubrichìna sull’architettura,il design e il buon gusto nell’arredare 😎

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...