Ma che fantasia!

Oggi è iniziato l’esame di maturità per oltre 450mila studenti. La prima maturità “digitale” l’han chiamata, perchè dopo quasi un secolo hanno smesso di far arrivare le tracce sigillate con la cera lacca scortate da quindici corazzieri a cavallo. Tralasciando i ritardi nell’invio della mail per decrittare il file, le battute sulla gelmini ed il suo tunnel dei neutrini, tralasciando il solito toto traccia ed il tormentone su quale tema avremmo svolto, vorrei soffermarmi brevemente su una considerazione: 2004, 2008 e 2012 sempre Eugenio Montale….ma porca boia, siamo il paese con il più grande numero di scrittori e poeti e per tre volte in 8 anni ricicliamo Eugenio Montale? Per carità massimo rispetto per l’autore ma non so… uno Svevo? Un Vittorini? Un Tomasi di Lampedusa? Un Pratolini?

In attesa di uno svecchiamento generale del sistema, una maturanda di 11 anni fa.

42 pensieri riguardo “Ma che fantasia!”

  1. ahahahahah reggi prego, di nulla hahahhahha

    gıan si ormai c’è la corsa a dire che si copia on line..ma poi precisano che se ti beccano con il telefono ti cacciano dall’esame…aaaaaaaaaaaah beh…

    quando l’ho fatto io circolavano i primi cellulari ma non c’era ancora la moda di portarli dietro….e poi quei cellulari al massimo mandavano 1 sms alla volta quindi figurarsi!!!

    beh non lo so gıan….tipo Pavese non lo si fa in tutte le scuole, così come il paradiso di Dante…sai quanti non ci arrivano al cantico di s francesco?
    infatti è statisticamente provato che l’analisi del testo è il tema più difficile che fanno solo i secchioni, i temi per le capre sono i classici di attualità che si possono infarcire di una buona dose di banalità per cocchiare una decina di punti…vedasi quest’anno quello sulla crisi e i giovani

  2. beh Gıan, allora non sarebbe il caso di non proporre Montale, se non sbaglio si studia alla fine dell’anno, con quel caldo, a 18-19 anni, chi ha voglia di studiare?

  3. Era forte la faccia dei maturandi “normali”, che portavano le tre (mi pare) materie di cui una a scelta, quando gli dicevo che io le dovevo portare TUTTE, sia per il quarto che per il quinto. Mi dicevano “ma come cazzo fai” ? E io “non lo so, però mi tocca”… 😀

    In effetti un po’ di casino l’ho fatto, per fortuna non sono abituato a rimanere in silenzio e a farmi mettere in difficoltà, quindi ho chiacchierato a ruota libera per non so quanto tempo, alla fine li ho presi per sfinimento. M’hanno detto “va bene, se ne vada e non torni mai più”.

  4. bravo!!
    anche noi portavamo tutte le materie però solo di quinta….io ad un certo punto mi sono trovata a parlare di un triangolo amoroso parlando di Petronio 😀

  5. aahhahahahahhahahahaahahhahahaha
    avrò trovato una commissione a cui piaceva l’interdisciplinarità!
    erano interessati 😆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...