A tale of two Armstrongs

Pubblicato: 27/08/2012 da tafkamrlorenz in Generale
Tag:, , ,

Ricordi te stesso un estate in una spiaggia della Versilia. Tu bambino a giocare con le biglie al Tour de France. Su una pista scavata nella sabbia gialla, al tramonto, con la pelle scottata e la mamma che ti chiamava incazzata nera.

Le sfide impossibili con Coppi che usciva di strada alla penultima curva, Merckx che passava in testa e Gimondi che lo infilava all’ultima curva.

E poi la sera al TG vedevi Bernard Hinault. Che i Tour li vinceva sul serio. 5 di fila, come Merckx, come Anquetil. Nomi che erano leggenda. Ti immaginavi un superman, con cosce come tronchi e una andatura da locomotiva. Lo vedevi su un televisore in bianco e nero e ti rendevi conto che era un uomo vero. Solo molto, molto piu’ forte dei suoi simili

Passano gli anni e diventi adolescente. Corri dietro a una ragazzina francese su una spiaggia della Costa del Sol. Vi schizzate l’acqua e vi tuffate dagli scogli,  vi baciate nelle grotte e vi spogliate sott’acqua.

Poi la sera, a casa coi tuoi compagni di zingarata, leggi la Gazzetta di 3 giorni prima, e scopri che uno spagnolo di nome Miguel ha vinto la crono e sembra potercela fare. Fai il tifo per lui, ma il ciclismo ancora non ti interessa gran che.  Non sai ancora Miguelon, entrera’ nella leggenda insieme a quel gigante dei tuoi ricordi d’infanzia.

Inizi a seguire quello sport strano e leggendario. D’estate, all’Universita’,  studi con il Tour in sottofondo. Ti rendi conto che Bugno e Chiappucci non ce la faranno mai. Ti appassioni alle storie leggendarie del passato, alla voce roca e di un vecchio toscano che non fosse stato per la Grande Guerra di Tour ne avrebbe vinti parecchi. Ti esalti brevemente per Pantani, un ragazzino piccolo e calvo. Ma lui dura lo spazio di una stella cadente e verra’ stroncato da una serie infinita di problemi. Problemi gravi.

E poi arriva Lance Armstrong. E per sette anni hai la sensazione di assistere a una cosa unica e irripetibile. Come quando giocavi a basket e comparve sulla scena Michael Jordan.  E’ curioso vivere nella stessa era del piu’ grande di tutti i tempi. Magari ti sta sulle palle, ma lo ammiri e lo rispetti. E’ un po’ come aver visto in diretta lo sbarco sulla luna. Momenti epocali, pensi.

Da un paio di giorni, quei ricordi pero’ non esistono piu’. C’era gia’ all’epoca un quadro clinico oggettivamente oscuro dovuto a un tumore ad una palla in gioventu’. Ma da questo fine settimana un colpo di spugna ha cancellato per sempre lo sportivo Lance Armstrong dalla storia del ciclismo. Allungando di altri anni indietro nel tempo l’eclisse di uno sport che sembra incapace ormai di ricostruirsi una verginita’.

Due guerre mondiali hanno fermato il Tour. Nell’albo d’oro’ quei due eventi sono rappresentati con delle strisce bianche lunghe diversi anni. Ecco…la pausa dovuta alla truffa Armstrong potrebbe (dovrebbe?) essere rappresentata nell’albo d’oro come un terzo buco bianco. Sette anni in cui il Tour non ha avuto un vincitore.

A monito delle future generazioni di truffatori. Perche’ io non lo so se Neil Armstrong ha poggiato davvero il piede sulla luna o solo su una superficie ricostruita in uno studio televisivo. Ma scoprirlo a qualche giorno dalla sua morte mi farebbe meno effetto che scoprire che per sette anni invece di uno spettacolo sportivo abbiamo assistito a una pagliacciata. E’ un peccato. E’ l’ennesima conferma che nella vita e’ meglio non avere idoli, mi sa. Ma questo, gia’ lo sapevo

Annunci
commenti
  1. Gunny ha detto:

    ciao Lorenz, bellissima lettera la tua, peccato non avere la controprova per sapere se Hinault non fosse pieno come un bignè o i nostri Coppi e Bartali si nutrissero di acqua naturale e petto di pollo.
    Sicuro come il Sole che Miguelon è stato il laboratorio spagnolo del doping, colui che ha permesso allo sport spagnolo attuale di primeggiare tutt’oggi in Europa….

  2. lorenz zlogghed ha detto:

    Gunny

    d’accordissimo. C’e’ ancora chi afferma che Pantani non e’ stato trovato mai positivo, ma solo “sospeso in via cautelativa per ematocrito fuori norma”.
    Da ex appassionato di ciclismo dico che manifestazioni come il Tour non hanno piu’ senso di esistere. Prima di questo fine settimana, ci poteva essere una speranza. Ora, no.
    Un albo d’oro del Tour con un buco di 7 anni tra il 1999 e il 2005 sarebbe, forse, il primo passo

  3. steffa88 ha detto:

    un poeta Lorenz, senza fiato dalla prima all’ultima parola (ok sopratutto la parte della ragazza francese) nonostante non abbia mai visto una tappa in vita mia. non ho mai creduto nel ciclismo

  4. marchettino73 ha detto:

    In pòe parole:
    La dèvano smètte di prènde per il culo la gente :mrgreen:

    Bóngiornooooooooooooo,aim beeeeeeeeeeeeeeèck 😀

    Ancora a rilento,ma ci sono 😉

  5. chica ha detto:

    la presente per comunicarvi che , a seguito di ulteriori severe restrizione nel pc del lavoro , mi sarà difficile comunicare con voi nella prima parte della giornata. infatti fuga dapolis risulta essere un networking a sfondo SEX,…tacci vostri e de tutte le zozzerie che avete scritto!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    cmq..cercherò come ora di spendere qualche soldino della mia chiavetta e comunicarvi il mio status di viva…salvo poi scrivere qualcosina il pomeriggio da casa……detto ciò……
    ooorrvuuuàààààààà…

  6. Giangius ha detto:

    bella lorenz,!!

    “Perche’ io non lo so se Neil Armstrong ha poggiato davvero il piede sulla luna o solo su una superficie ricostruita in uno studio televisivo”
    L’uomo è stato sulla Luna, ovviamente.

    “invece di uno spettacolo sportivo abbiamo assistito a una pagliacciata”
    ecco come mi sento io, ogni volta che seno parlare di calcio…

  7. Giangius ha detto:

    “infatti fuga dapolis risulta essere un networking a sfondo SEX”
    buahuahaua è tutto grazie al toscanaccio 😀

  8. lezapp ha detto:

    Ciao Lorenz, condivido l’opinione di tutti …..belle righe ,che accendono emozioni lontane ma così intime. Si, me”gusta un chingo”, leggere racconti dei ricordi…. 😆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...