Prima l’ IMU, ora l’ IVA, a quando l’ IRA ?

Pubblicato: 21/05/2013 da 2010fugadapolis in Cose che mi fanno incazzare, Generale
Tag:, , , , ,

Non è un refuso, non volevo scrivere “IRAP” (che pure ogni tanto si fa sentire), ma proprio “IRA”.

Ira intesa come incazzatura nera, come prodotto dell’ esasperazione che supera i limiti, ad un livello che finirebbe col fare girare i coglioni anche ad un monaco buddista in meditazione.

Una delle cose che sentii dire a Beppe Grillo durante i suoi spettacoli-comizi-deliri è più o meno questa: “questi vi prendono per il culo, promettendo di risolvere problemi che hanno creato loro stessi“. Ecco. Confesso che questo è uno degli assunti con cui più mi trovo d’ accordo.

Perchè sembra che il punto della questione sia il miraggio di abbassare le tasse. Adesso che pare siano riusciti a “mettere una pezza” sulla questione IMU (e sai che svolta, se va bene slitta di tre mesi e poi tocca pagarla lo stesso), hanno ricominciato da capo con la storia dell’ IVA. Ora l’ obiettivo è scongiurare il secondo aumento in tre anni dal 21 al 22 %.

Che bello ! E via tutti a sperticarsi con sondaggi, previsioni, plastici a “Porta a Porta”, ipotesi… tutti a parlare di consumi, copertura, famiglie, gente cò le pezze ar culo, insomma ricomincia la danza. Stavolta intorno agli sviluppi impensati dell’ aumento di un punto percentuale di una delle tasse più stronze dell’ universo.

Adesso io dico, anzi dico io (per far rima con porcoiddio), ma perchè nun ve fate li cazzi vostri ? Gira gira, sempre dei soldi miei dovete parlare ? Astraiamoci un attimo: ma chi cazzo ve l’ ha chiesta l’ IMU ? Ma chi stracazzo ve l’ ha suggerito di aumentare ancora l’ IVA ? In altre parole, qualcuno mi userebbe la cortesia di spiegare ad un povero blogger scemo come cazzo è possibile che (a presunta parità di uscite) ‘sto cazzo di Stato abbia questo bisogno continuo di aumentare le entrate ?

Sempre così, ad occhio, mi chiedo: uno Stato non dovrebbe economicamente comportarsi come una ONLUS  (una vera, intendo, non di quelle finte che spuntano come funghi) ? Obbligo di bilancio in pareggio, nessun utile, nessun “profitto”. Spendo 100, incasso 100. Uscite coperte, tutto a posto. E con l’ avanzare del tempo, non sta scritto da nessuna parte che le spese debbano aumentare. Anzi. Il target dovrebbe essere quello di abbassarle, le spese.

Capisco che è un discorso semplicistico (e forse sempliciotto), ma siamo sicuri che debba per forza essere complicato ? Oppure la complicazione è costruita apposta per infinocchiare meglio la gente ? Gli zingari, per sfilarti il portafogli, si mettono in tre quattro a farti casino intorno: attirano la tua attenzione su tre cose diverse, ti distraggono, e così ti fottono. Il trucco del “mattone” nei mercati funziona allo stesso modo, il gioco delle tre carte si basa sulle stesse dinamiche. Tutta roba già vista: ma chi volete prendere per il culo ?

E io dovrei essere contento, dovrei dire “che bravi“, perchè si sono tanto impegnati – poverini – per far slittare di tre mesi il pagamento di un balzello che non dovrei nemmeno pensare di dover conferire e perchè adesso – che fatica – si stanno smazzando per capire come evitare un altro aumento inutile ?

Ma andate a morire ammazzati, và. Io so solo una cosa (che poi è quello che dico da anni): fra un po’, i soldi finiscono. E finiscono davvero. Quando non ci sono più, che mi chiedete, sto cazzo ? E poi che vi magnate ? Sempre sto cazzo ? De gustibus…

Io con le tasse ho un problema (in verità ne ho più d’ uno, ma questo è il principale): le vedo ovunque. Come mi giro vedo tasse. Come mi muovo (e anche se non mi muovo) sono sempre lì, dietro ogni angolo, in ogni buco. In ogni azione che compio, c’è una parte denominata “imposta”. E nel 90% dei casi non capisco a cosa serva e dove vada a finire e perchè. E ciò è insostenibile. Io voglio uno Stato che mi dica chiaro: “tu, Alberto, identificato con questo univoco codice fiscale, mi dai ogni anno il x % (da definire) di quello che guadagni. E questo x % serve per pagare questo, questo e questo (servizi essenziali di base)“. E basta. Per tutto il resto, lo Stato che voglio io si deve fare i cazzi suoi. Non mi deve rompere i coglioni. Troppo semplice ? Mi sa di sì. Ma io sono matto, si sa.

Advertisements
commenti
  1. reggibirra ha detto:

    AHAAHAH Renzi ha la faccia da pesce lesso modello Mr Bean!

  2. perplessa ha detto:

    secondo me è il figlio di mrbean !

    reggi tu nn puoi ammuffire 😉

  3. reggibirra ha detto:

    “reggi tu nn puoi ammuffire”
    ed è quello che mi frega 😀

  4. perplessa ha detto:

    aahahahaahaahahhaha

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...