E il “Genitore 3” ? Nun ce la posso fà.

Pubblicato: 07/02/2014 da 2010fugadapolis in Cose che mi fanno incazzare, Generale
Tag:, , , , ,

Non è una cosa nuova, no.

Era un po’ che girava, ‘sta storia, ma ultimamente è tornata alla ribalta grazie alla presa di posizione nientepopodimeno che del Comune di Milano (Milano, eh ? Mica Roccacannuccia): quindi sembra che da ieri “per non turbare le coscienze e non urtare la sensibilità delle coppie omosessuali” dotate chissà come di “figli”, dai moduli anagrafici siano stati eliminati i termini “madre” e “padre“, sostituiti da un generico “genitore“.

Che poi sia genitore 1 o genitore 2 non è dato sapere.

In linea di massima la cosa non sarebbe nemmeno scorretta:  in una situazione normale (nel senso di coppia etero), specificare “madre” o “padre” è superfluo: a meno di gente con nomi di battesimo strani, non sarebbe difficile distinguere fra i nominativi chi è la madre e chi il padre. Ovvio che “Maria” sarà la madre e “Mario” il padre.

In questo caso però, dovrebbero spiegarmi a che cazzo serve: l’ unica cosa che mi viene in mente è la semplificazione dei moduli, ma non vedo il vantaggio. Non lo vedo nemmeno in termini di risparmio: scrivere due volte “GENITORE” comporta la stampa di 8 x 2 = 16 caratteri, che consumano più toner di “MADRE” e “PADRE” ( 5 + 5  = 10 caratteri). Quindi 6 caratteri in più, diciamo 20 picogrammi di toner sprecati, diciamo ancora 0,5 secondi di funzionamento del rullo di fusione della stampante in più (che di questi tempi vuol dire energia elettrica sprecata).

Quindi, posto che della sensibilità delle coppie omosessuali ce ne frega più o meno quanto frega a loro della nostra, costretti nostro malgrado ad accettare le loro “stravaganze”, e quindi non ce ne frega un cazzo (e ancora non siamo pari), mi spiegherebbe la Spettabile Giunta Comunale di Milàn (che l’ è pure un Gràn Milàn, ma certe cagate se le potrebbe risparmià) che cosa cristo gli ha detto il cervello ?

Aggiungo che, da un punto di vista strettamente semantico, questa trovata (se le motivazioni sono davvero quelle ufficialmente addotte) non fa altro che “urtare”ancora di più la presunta “sensibilità” di eventuali “coppie omosessuali”. Perchè ? Perchè basta prendere un cazzo di vocabolario e andarsi a cercare il significato della parola “Genitore“: il genitore è colui che “genera” o “ha generato“. E da che mondo è mondo, un essere umano si “genera” solo eterosessualmente. Quindi, in una coppia omosessuale, se un figlio c’è, almeno uno dei componenti deve sentirsi molto preso per il culo, da una cosa così. Perchè sicuro almeno uno dei due con questa “generazione” di essere umano non c’entra una beneamata fava. Che poi magari essere presi per il culo possa anche piacergli, beh, questa è un’ altra storia (concedetemi, orsù, una deriva becera e sessista).

A questo punto, in culo al risparmio energetico e agli sprechi di toner, mi permetto di suggerire – per tagliare definitivamente la testa al toro e non far torto a nessuno – di utilizzare in luogo degli ormai desueti termini “madre” e “padre” (perchè il progresso non si può e non si deve fermare) le seguenti perifrasi:

Primo esercente la patria potestà sul minore” e “Secondo esercente la patria potestà sul minore“.

…no, cazzo. Non funziona. Poi il secondo si offende. E poi “patria” è sessista, e anche un po’ fascista. Allora…

avente titolo alla tutela del minore“, per tutti e due. Uhm.

…no, ricazzo. Non va. Tutela, è che è, un carcere ? Non ci siamo…

educatore” ? Peggio, sembra un canile. E allora…

Vabbè, fanculo: “Responsabile“. Magari con una bella medaglietta al collo, con l’  indirizzo. Così se si perde sanno dove riportarlo. Magari un tatuaggio ? O un microchip ?

Sarà che sto invecchiando, ma queste stronzate non le reggo più.

 

Annunci
commenti
  1. perplessa ha detto:

    un bel post di albert di venerdì mattina….ma cosa vuoi più dalla vita?!?!??!? 😀

    ma sono l’unica a pensare che il miglior modo per non urtare la sensibilità di qualcuno sia trattarlo normalmente!?!
    cioè finchè ci sarà qualcuno che si scervella a pensare come fare per essere asseritamente paritari non ci sarà mai un vero trattamento alla pari, non ci sarà mai un vero riconoscimento di diritto perchè la diversità sarà insita nel gesto stesso
    bah…io sta cosa non la posso pensare
    che poi è la stessa minchiata del diversamente abile eh…siamo lì

  2. chezliza ha detto:

    …stà cazzo di mania di dare un’etichetta a tutto……’gnà posso fà……. Signor Alberttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttt le posso offrire un caffèèèèèèèèèèèèè!!!!!!!!! 🙂 🙂
    Bonjour PerP… 🙂

  3. perplessa ha detto:

    aloa

  4. lorenz zlogghed ha detto:

    Ma e’ vera sta cosa? Io pensavo fosse una stronzata che poi, col tempo, si era affievolita
    Ma lo fanno davvero?
    Albe’ tutto bene? Piove?

  5. alsalto ha detto:

    un bel pulsante al cazzo a tutti, uno pure alle fregne ed ai buci di culo.
    un sensore all’ipofisi, superato il livello ministeriale di endorfine zacc!!
    ti friggo il cazzo, ti tappo la topa, t’arrocco il bucio.
    voglio vedere poi gli stupratori, gli stalker, le zoccole e culacchioni.
    in maniera democraticamente preventiva, per la sicurezza di tutti.
    dalla centrale giu’ ad inziccare.
    siamo tutti chiamati alla responsabilita’, chiediamo che ci installino il pulsante.

    se si e’ arrivati a questo e’ perche’ e’ stata data troppa corda.
    da quando pure le donne votano se non prima.
    siamo arrivati al punto di insegnare a leggere ai negri quando questi per millenni
    hanno fatto coi tamburelli, e mica si lamentavano, che avranno mai poi da scriversi?
    Bauaua, cogolauaua, ndjedululu e minkiate simili.
    Come se per raccogliere i pomodori servisse la laurea.

    mo ste cose pelose del genitore 1 o 2.
    da un lato ‘ste idee idiote dall’altra post come questo.

    che si ritorni a votare per censo, a quei tempi si che i governi erano stabili.
    anzi, una bella monarchia assoluta.
    incoronatemi sto cazzo.

  6. lezapp ha detto:

    fufù
    Alsy, …chi sa come mai 🙄 , mi torna in mente “l’attentato” a Lady Di 😕
    Que bueneenooo 😛 te despiertaste Albertòn 😎 , o es simplemente un regreso temporaneo ? Por ser sincero, no es importamte…. Quando quieres y siempre con gusto 😉
    “..cosa cristo gli ha detto il cervello ?”
    E’ l’ennesimo sintomo dell’insanità mentale cronica di chi ci rappresenta.. Come ho già detto in altri commenti; questi soggetti stanno male, sono malati, parecchi anche drogati (vedi Le Iene…),bugiardi e ladri 👿 Non funzionano… sono ‘guasti’ ( x Lorenz) unico termine in sardo, però raramente utilizzato, per definire un andicappato…. Non esiste(a mia conoscenza) un termine che corrisponda al divers.abile. Descapacitado o persona incapacitada, forse è l’unico che si avvicina pocopoco…

  7. steffa88 ha detto:

    non ho una posizione a riguardo, ma il post di Albert mi ha divertito

  8. marchettino73 ha detto:

    Il genitore 3 ce lo mette l’1 quando s’è rotto i coglioni del 2,e viceversa :mrgreen:

    Sono d’accordo con albertino,mi pare una cazzata.

  9. marchettino73 ha detto:

    “…….dotate chissà come di figli…..”

    AHHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHH

  10. reggibirra ha detto:

    Che cazzata

  11. Giangius ha detto:

    Albertone, sei tornato a bomba!! fallo più spesso 🙂

    “…….dotate chissà come di figli…..”

    la magia della burocrazia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...