Anarchia 1 – Politica 0

Pubblicato: 25/11/2014 da tafkamrlorenz in Generale

Poco da dire per commentare il risultato delle ultime elezioni regionali.

L’anarchia e’ maggioranza assoluta nelle regioni dove si e’ votato.

Peccato che la legge elettorale sia ancora quella sbagliata. Quindi rilanciamo

La riforma elettorale del leggendario blogger del 21mo secolo

https://2010fugadapolis.wordpress.com/2012/09/06/la-riforma-elettorale-del-leggendario-blogger-del-21mo-secolo/

Ah dimenticavo. Ma c’e’ ancora qualcuno che vota Forza Italia? A parte Albertone, ma dubito sia andato a votare in Calabria

Annunci
commenti
  1. Albert1_Anarco_Berlusconiano ha detto:

    Bòngiornoooo !!!
    Qualcuno mi ha chiamato ? 😉

    A parte il fatto che io non voto “Forza Italia”, bensì “BERLUSCONI” (il grande, the greatest of them all), che più passa il tempo più mi convinco che meglio di lui non c’è nessuno (eheheheheh), credo che ciò a cui abbiamo assistito non possa chiamarsi propriamente “anarchia”.
    Se il nostro Alsalto ci legge credo potrà confermare ciò.
    Questo più che altro è “scazzo”, “giramento di palle”, senso di inutilità e di impotenza (rafforzato dal fatto che quei pochi che sono andati a votare sono riusciti a votare PD, il che fa cascare davvero le palle per terra col rimbalzo).

    Tutto ciò potrebbe (dico potrebbe) essere prodromico ad una certa qual forma di anarchia, ma non necessariamente ne annuncia l’ avvento, anzi. Non andare a votare (fino a che il sistema è questo – e non parlo di legge elettorale, ma di sistema democratico nel suo insieme) semplicemente lascia le cose come stanno, in mano proprio a quelli nelle cui mani non vogliamo che sia).
    E’ questo il motivo per cui (non per citarlo a forza ma mi viene in mente lui) non ho mai concordato con Alsalto in merito alla pratica dell’ astensione. Se c’è da votare si vota: se non c’è nessuno che mi piace voto la prima cazzata che trovo, basta che sia fuori dal “mainstream”.

    Berlusconi a parte, io auspico l’avvento di una reale fase anarchica, ma sono consapevole che non reggerebbe: il popolo (e nel popolo mi ci metto io per primo) ha bisogno di una guida, nella sua forma sociale non può farne a meno. Fossimo quattro gatti su un’ isola potremmo anche metterci d’ accordo (e ho i miei dubbi, basta vedere un qualsiasi condominio per capire perchè), ma siamo tanti, troppi, e con tutta questa gente – anche armandosi di tutta la pazienza e la buona volontà del mondo – prima o poi qualcuno ci prova a fare lo stronzo e gli equilibri saltano.

    Temo che (per come si stanno mettendo le cose) siamo più vicini al rischio di una deriva dittatoriale (di destra o di sinistra, non importa) che alla desiderata anarchia. Ci sono tutte le condizioni di squilibrio, sfiducia, scazzo generale, egoismo spinto (e fra un po’ anche miseria vera) per aprire la strada alla persona (o al gruppo di persone) che trovano il modo di sfruttare la situazione e salire rapidamente ad un potere pericolosamente grande.

    E tutto questo perchè ? Perchè la gente non sa stare al suo posto. Non ci sta mai bene un cazzo ma poi tanto lo prendiamo in culo lo stesso: magari protestando, dicendo “solo la punta, per favore”, ma sempre stiamo lì a farcelo stampare fra le natiche. E intanto protestiamo, ci rigiriamo e non accettiamo niente a prescindere. Per esempio, io sono dell’ avviso che se un governo è in carica e lavora (si veda Renzi, ma era così anche addirittura con Prodi) bisogna lasciarlo fare: non stare lì a rompere il cazzo per partito preso gridando al “cambiamento per forza”. Tanto lo si fa per il solo gusto di rompere le palle.

    In altre parole, ragazzi, qui sono cazzi amari. E per come siamo fatti, e per come è messo il sistema. Proprio cazzacci. Anche perchè ci ostiniamo a ragionare con la testa del secolo scorso, ancora stiamo a sentire pippobaudo e padrepio, ci commuoviamo quando sentiamo cantare Modugno e ridiamo coi film di totò. Italiani brava gente, ladri di biciclette, neorealismo e rossellini, papafrancesco che dice ? Intanto il Mondo va avanti, altro che Europa, dico il Mondo intero. I cinesi ci hanno doppiato, i russi ci si comprano a pezzetti, gli arabi (quando non sono impegnati a far saltare in aria gli ebrei o a scapocchiare ingenui occidentali) si comprano quello che hanno lasciato i russi, e noi stiamo ancora a pensare all’ art. 18 perchè l’ Italia è una repubblica fondata sul lavoro (degli altri).

    Si, sono cazzi amari. E l’ Anarchia non ci salverà. Perchè tanto sarà comunque l’ anarchia di padrepio e dei tarallucci e vino. E franza o spagna purchè se magna. E il Mondo ce se magna lui a noi. Possiamo resistere finchè vogliamo, ma non siamo impermeabili e non siamo ne’ la svizzera ne il liechtenstein (o come cazzo si scrive): fosse per me, voterei a favore dell’ annessione agli Stati Uniti, dopo le Hawaii, l’ Italia. Mi va bene pure Obama, anche se negro e comunista. Preferirei un repubblicano, ma non si può avere tutto, e poi basta saper aspettare…

  2. Albert1_Che_Ce_Ripensa_Come_Li_Cornuti ha detto:

    …posso aggiungere “porcoddio” ? Così, a gratis, mi sembrava ci stesse bene… :mrgreen:

  3. lezzy ha detto:

    Buongiorno a te, Alberto, è sempre un piacere risentirti 😀
    In questo momento, al sottoscritto interessa solo sapere se la salute ti accompagna.

    Il post
    Cos’è che vuoi fare con Obama ? Ma stai scherdando ?? Obama è già impegnato dal comune di Posada; quindi scegliti un’altro repubblicano… please.

  4. marchettino73 ha detto:

    Qui vincono tutti e il popolo perde.

  5. perplessa ha detto:

    aaahhahhaahha
    appare tipo l’oracolo…!
    mi trovo completamente d’accordo…espungo solo le parti relative a berlusca 😀

  6. lezzy ha detto:

    Non è vero, Marco; “l’Itaglia” si fonda sul diritto al lavoro ed il popolo è SOVRANO: pagando però… :mrgreen:
    p.s. ma stai ancora correndo ? :arrow.

  7. perplessa ha detto:

    poi quando senti una che parla così
    “Se il Pd torna a essere il partito dell’Ulivo, che unisce e accompagna il Paese, non ci sarà bisogno di alternative.” (alias rosi sbinda) cosa devi dire??!?!?

  8. marchettino73 ha detto:

    Certo che corro 😀
    Sono all’inseguimento del “the running death test” (test del moribondo fa caà :mrgreen: )
    Sto agguantando la 48 😆

  9. marchettino73 ha detto:

    Il link di lorenzìno al post della legge elettorale è di giugno 2012……a un mese al 2015 ancora ciànno da falla…….ma dove si vòle andà con questi mentecatti

  10. marchettino73 ha detto:

    “…… Mi va bene pure Obama, anche se negro e comunista…..”

    PITTOREEEEEE……..PITTOREEEEEE TI VOGLIO PARLAREEEEE….SONO UN POVERO NEGROOOO :mrgreen:

  11. steffa88 ha detto:

    Sottoscrivo il discorso di Albert, soprattutto il porcodio e a parte l’annessione agli Usa o a qualsiasi altro. Il mondo va avanti e noi siamo legati a un passato che non c’è più e che non tornerà mai, mettiamoci l’anima in pace. Se arriva l’uomo fortr la gente lo vota in massa, non è successo solo perché non si è fatto avanti nessuno

  12. marchettino73 ha detto:

    “….se il pd torna ad essere il partito dell’Ulivo….”

    Ciànno un tempismo questi della vecchia guardia…….quest’anno l’ulivi l’hanno anche preso ner culo,un c’è un oliva a pagàlla oro 😆

  13. marchettino73 ha detto:

    @steffa88

    CIAOOO TROMBAPAPERIIII 😀

  14. marchettino73 ha detto:

    “….che unisce e accompagna il paese…”

    M’accontenterei rimanessero uniti,poi se un ciaccompagnano è meglio

  15. tafkamrlorenz ha detto:

    E’ tornato il trombapapere!

  16. steffa88 ha detto:

    Ciao belli, io non me ne sono mai andato eh 🙂

  17. lezzy ha detto:

    Il titolo del post stuzzica un sacco di ragionamenti, ma stando a quanto “los politicos Italianos” stan “facendo”, lo vedrei + così ;
    Anarchia Politica 1- Popolo di poveri Cristi che non sa + dove sbattere la testa.. 0

    Questa gente non ha votato semplicemente perchè ha “pocopoco” ( ma poco eh.. )i coglioni pieni, ha perso la fiducia nelle bugie (una volta erano + credibili) degli Onorevoli da Circo, si ritrova sempre di più con il culo e portafoglio rotto, senza lavoro…
    Mi chiedo cosa centri l’anarchia, con il fatto che se uno o 4milioni ( o quelli che sono) di poveri Cristi, che non sanno + dove sbattere la testa.. etc. (e che per + di mezzo secolo ascolta la stessa sinfonia), un giorno decidono di non votare. Boh !!
    Al contrario di altre menti pensanti, io sono contento che finalmente un po’ di gente inizia a riprendersi la gestione del proprio cervello (in politica e nel privato). Credo sia + importante essere amministratore di se stessi che essere amministrato; anche a costo di essere facilmente/erroneamente etichettato come un eretico del sistema, o appunto come spesso avviene, un’anarchico
    Mi permetto di ricordare a chi è meno avanti con l’età, che i “veri” delinquenti li ha sempre votati il popolo; quindi sottolineo con il mio modesto parere che, se per un paio di volte lo stesso popolo decide di non votare, l’anarchia non c’entra 1 cazz … To own yourself is better

  18. tafkamrlorenz ha detto:

    Rosi Bindi
    Bei tempi quelli dell’oliva
    Quando si perdevano le elezioni
    O le si vincevano e poi si metteva Mastella ministro della giustizia
    Quando si stava all’ opposizione
    E si cambiava un segretario a semestre
    Ma almeno Vespa ti invitava in trasmissione.
    Era comoda la Poltrona Frau?

  19. marchettino73 ha detto:

    50 min a 7:00 al km,più 8 ripetute da 30 sec a 4:30 😀

    Sabato 84 minuti blandi

  20. marchettino73 ha detto:

    Sergio Marchionne, dopo la decisione di separare Ferrari da Fiat Chrysler Automobiles e quotarla in Borsa negli Stati Uniti, ora le carica sul groppone un po’ di debito. Per finanziare il maxi dividendo da 2,25 miliardi di euro che la casa di Maranello dovrà versare prima della separazione al gruppo presieduto da John Elkann, infatti, Ferrari non farà solo ricorso alla propria ricca cassa, (oltre 1,5 miliardi di euro) ma si assicurerà liquidità aggiuntiva lanciando un prestito obbligazionario. A prevederlo, riporta Repubblica, è un documento inviato alla Sec, l’ente americano che vigila sui mercati finanziari e sulle società quotate, in cui si legge che Ferrari “emetterà debito nei confronti di terzi”.

    Immediata la levata di scudi della Fiom di Modena, che chiede di “non utilizzare un’azienda solida come Ferrari Auto come bancomat di Fca”. Secondo il segretario dei meccanici modenesi della Cgil, Simone Selmi, lo scorporo delle Rosse dal resto del gruppo “ha due scopi: distribuire dividendi agli azionisti di Fca (il primo come è noto è la Exor della famiglia Agnelli, ndr) e ridurre il debito conseguente alla fusione di Fiat con Chrysler, indebitando però l’unica azienda finanziariamente solida del gruppo, ovvero Ferrari Auto”. In più, secondo la Fiom, separare Maranello da Fca “non è utile a rilanciare gli investimenti, né a sostenere i livelli occupazionali negli stabilimenti di Fca in Italia, dove per la maggior parte è ancora alto il ricorso agli ammortizzatori sociali”.

    Parole, quelle di Selmi, simili nella sostanza alle critiche del patron di Tod’s, Diego Della Valle, secondo il quale la quotazione in Borsa di Ferrari servirà “per salvare il grande bidone che è Fiat”.

  21. Albert1_Cor_Maglioncino_Girocollo ha detto:

    Evviva Marchionne.
    Della Valle Merdaccia.
    Fanculo lui e i braccialetti buddisti der cazzo.
    Maglioncino Forever !

    😀

  22. perplessa ha detto:

    io per non dimenticare la sensazione di averlo nelle chiappe ho appena pagato un F24
    yeppaye

    ciao steffolone nostro 😀

  23. marchettino73 ha detto:

    In 6 settimane siamo passati dagli 8:00/km ai 6:60/km agili agili sui 60 minuti,molto bene 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...