Ho hackerato il sito INPS

Ebbene si. Lo confesso. “Ho stato io“.

Ieri ho “hackerato” il sito dell’ INPS. Ne ho ridotto le funzionalità occupando tempo macchina e risorse fino a portare i server al collasso e rendere impossibile l’accesso al Pubblico.

Eh si.

Proprio proprio.

Ma occhio, non ero da solo…

Insieme a me, ieri, c’erano non so quante centinaia di migliaia di “hackers”, maledetti piratacci informatici, e ci siamo messi tutti insieme per raggiungere questo bieco obiettivo.

Come abbiamo fatto ? Semplice. Da brava “crew”, organizzata e coordinata, ci siamo messi tutti insieme (e abbiamo aspettato pazientemente che l’INPS stesso ci desse il via ai sensi di legge) e poi…

…abbiamo semplicemente iniziato le procedure di autenticazione per accedere all’ area riservata del sito dove avremmo dovuto richiedere il bonus di 600 Euro. Chi più veloce, chi meno, chi più scaltro e con più mezzi a disposizione, prova col PIN, prova con lo SPID livello 1, prova con lo SPID livello 2, prova col paternostro e l’avemaria, insisti insisti, dai e dai, aspetta che stavolta pare che è entrato, ah no. Cazzo, timeout, riprova, aggiorna, chiudi il browser, riapri il browser, disabilita l’antivirus, riabilita l’antivirus, no, che cazzo fai, chiudi youporn che mi consumi banda, ma perchè col mio PIN vedo la situazione INPS di tuo nonno ? Vabbè, dai, riprova, F5, F5, indietro, ricarica, esci e rientra (se ci riesci)… e via così.

E poi, al TG della sera, ti vedi Tridico (in videochiamata Skype, rigorosamente in bassa qualità video e con l’audio fuori sincrono) che ti annuncia un odioso attacco di sciacalli informatici.

E allora pensi: “ce l’ho fatta. Sono un vero Hacker” e fino a ieri manco sapevi di esserlo. E nemmeno ci hai studiato.

A coso, Tridico, come te chiami… me te posso dà del tu ? Mavvattanaffanculo, tu e gli hacker. Manco er pudore de statte zitto.

Ammettere che forse l’infrastruttura non era adeguata al volume delle richieste no, eh ? Pareva brutto. Con tutti i soldi (nostri) che ci avete speso, pareva brutto. Capisco. Ma almeno statte zitto. Ci fai più bella figura.

E comunque, nel caso, voglio vedere i log dei server.

5 pensieri riguardo “Ho hackerato il sito INPS”

  1. Solo che io ho visto anche i tuoi dati

    HA

    Ho HO HO HO HO

    Ti facevo povero.
    Latifondista.
    Tanto mo ho l’app e ti sbirro alla pula.

    Stai cisti.

    Capitalista.

    PS e mentre laggente si scannera’ voluttuosamente noi ci scambieremo pacate pacche sulle spalle.
    Perché si. Io sono Loro.

    Ha

    Ha

    Ha

  2. Uehilàaaa !
    E ci voleva sta cazzo di pandemia per riuscire fuori… 😉
    Tranquillo che l’agenzia delle entrate già mi ha benedetto a suo tempo tramite accertamento, meno male abbiamo fatto la pace. Fiscale. Sto ancora a pagà, e ne ho fino al 2024 (se ci arrivo, se no si attaccano al cazzo).
    Insomma non c’è bisogno che ti disturbi con atti di delazione, ecco.
    😀

  3. BRAVO, se mi avvertivi mi sarei unito a Voi…
    La faccio molto breve, il bello (per mododidire,ovvio) è che la TV continua ad avvertire di fare attenzione alle fake news su internet : CAZZO !!! 👿

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...