I just don’t give a fuck

Semplicemente, non me ne frega un cazzo (per la serie: i post inutili e ridondanti di Albert1).

Perchè va così.

Perchè è l’unica difesa che mi rimane contro questa ondata di follia.

Perchè da ingenuo idealista quale sono, non credo che la mia Libertà possa essere sacrificata in questo modo e, se pure accadesse, non potrà essere per sempre.

Quindi resisto, e me ne sbatto allegramente la minchia:

me ne sbatto degli ipocondriaci, dei virologi, degli esperti, degli scienziati, dei ministri, dei giornalisti, dei novax, dei sivax, di bigpharma, di billgates, del greenpass, del lockdown, dei tamponi, di tutto.

Anche perchè, diciamocelo, a tutte queste entità (e a tutte le altre che non ho citato per non essere ancor più noioso), gliene frega qualcosa di ME ?

No. Chiaro. E allora si risponde “stesso mezzo“.

Siamo arrivati al punto che mi è precluso svolgere tutta una serie di attività ? Bene. Informo pubblicamente il Mondo che mi prenderò la libertà di decidere volta per volta quale di queste attività mi sia necessaria, e ove la ritenga necessaria la svolgerò lo stesso. Che succede, mi fate la multa ? Benissimo. Ok. Una più, una meno… tanto la pago col cazzo.

Mi prende il coviddi ? Ottimo. Sti gran cazzi incoronati. Me lo faccio e se la sfango meglio così, se no amen. Sic Transit Gloria Mundi. Quello che dovevo fà l’ho fatto, quello che dovevo dì l’ho detto. Nel caso, una scusa in più per non pagare le multe.

Pertanto (se non fosse ancora chiaro), me ne frego. E che cazzo.