QUANDO LA REALTA’ SUPERA LA FANTASIA

Ieri sera, siccome ero bello tranquillo e sereno, e arrivato ormai alle 21:30 circa a pancia piena e TV spenta era difficile che qualcosa potesse farmi incazzare, la mia Dolce Metà (che sa sempre come tenermi impegnato) ha pensato bene di farmi vedere questa immagine, da lei pescata in Rete chissà dove:

Si legge bene ? Nel caso fosse svaccata o troppo piccola, se siete curiosi e qualche dettaglio vi sfugge, scaricatevi pure il .pdf qua.

So che il vostro pensiero adesso sta andando immediatamente nella stessa direzione nella quale ieri è andato il mio, cioè: “ma no, dai, che cazzo. E’ un fake. Non può essere vero… vabbè no-vax, vabbè no-pass, ma questi hanno rotto il cazzo a inventare queste stronzate, così si danno la zappa sui piedi, poi esce fuori che è photoshoppata e apriti cielo“…

Una volta letto, pronunciata la mia sentenza e rimessomi bello calduccio sul divano a pomiciare col cane, stavo quasi per tranquillizzarmi, poi tutto a un tratto mi ha assalito il ragionevole dubbio: “ho liquidato troppo in fretta questa cosa, non è da me”.

Biascicando delle fievoli e risibili scuse per aver dubitato di Lei (non si può contraddire impunemente una donna, soprattutto se è tua moglie), le ho strappato il tablet dalle mani, ho riletto, mi sono appuntato mentalmente nome della scuola, nome del dirigente scolastico, data della circolare, ed ho infilato il tutto su Google.

Beh, ragazzi, è tutto VERO. Che me possino cecamme. Increduli ? seguite questo link, porta dritto sulla pagina delle circolari pubbliche della scuola in questione. Sono in ordine cronologico dalla più recente, scorrete in basso fino alla data del 10 gennaio, ed eccola lì. E’ la numero 185.

Vi prego, rileggetela. Respirate profondamente, mettetevi in modalità “nulla può nuocermi, sono calmo e rilassato, il mondo è mio, ooommmmmmm…” e rileggetela. Da cima a fondo. Intestazione e piè di pagina compresi.

Adesso, io non ho figli. Leggo questa roba e sono quasi contento di non averne. Perchè se ne avessi avuti, ed avessero per caso frequentato questa scuola (come se non bastassero tutte le cazzate che stanno toccando agli studenti di ogni ordine e grado da due anni a questa parte), io sarei entrato in presidenza, avrei preso per i capelli questa imbecille e l’ avrei fatta rinsavire a capocciate sulla scrivania (metaforicamente parlando, eh ? Sia chiaro: sono un nonviolento convinto, a maggior ragione dato che si tratta di una donna).

Primo: chi cazzo te l’ha fatta ‘sta carta intestata di merda, che fa piangere solo a vederla, pare fatta coi modelli di Word ’97, e avete pure toppato il nome del ministero che sono anni che si chiama “MIUR” e non “MI”.

Secondo: stiamo parlando di bambini di scuola primaria e secondaria di primo grado. Ragazzini dai 6 ai 12 anni. E stiamo parlando della loro RICREAZIONE, porcodiddiomaledetto. Tu li fai stare fermi, seduti, con la mascherina, mangiare a turni e manco girarsi verso i compagni ? Tu, ragazza mia, sei matta da legare. Io non so che traumi abbia sofferto da piccola, ma devi farti vedere da uno bravo davvero. Qui stiamo tirando su una intera generazione di futuri babbei ignoranti e complessati e tu ti inventi pure ‘sti giochetti ? Non stai bene.

Terzo: curiosità mia. Ti firmi “Prof.ssa“, sei una Dirigente Scolastica, se non sbaglio un tempo si diceva “Preside”. Si presume quindi che tu sia laureata, giusto ? Non so in cosa, ma sei laureata. E non credo nemmeno si possa accedere alla tua posizione con una laurea breve, serve quella magistrale. Beh, dimmi… a che sono serviti minimo 18 anni di istruzione e non so quanti di carriera scolastica, se in calce ad un obbrobrio del genere mi ci scrivi, testuale:

Il Dirigente Scolastico, INVITA e DEROGA (!) tutto il personale a far rispettare tali disposizioni previste dalla normativa vigente????

Laurea in lettere, eh ?

Veloce analisi: la prima virgola non c’entra un cazzo. Al limite andrebbe messa dopo “disposizioni“. Poi, che “inviti” ci sta, ma che cazzo “deroghi” ? Volevi dire “delega” ? Già questo basterebbe ad invalidare la disposizione. Ancora, “previste dalla normativa vigente” un paio di coglioni, scema. La normativa vigente – per quanto idiota e “bizantina” – non è mai arrivata a prevedere una follia come quella scaturita dalla tua mente.

E siccome non mi accontento, tante volte per “normativa vigente” avessi voluto intendere la nota interministeriale che citi come fonte all’ inizio della circolare, mi sono cercato pure quella. E’ follia pura, si, ma non c’è assolutamente un cazzo di nulla che avalli o preveda in alcun modo la cazzata immensa che hai sparato. Per chi è curioso, la nota in questione è scaricabile qui (mi scuso per aver linkato un sito della CGL, ma l’ho trovata solo lì).

Io posso comprendere la difficoltà del momento, lo stress indubbiamente causato dalle responsabilità insite nella tua carica, l’ incomprensibilità e la contraddizione delle mille norme in materia, capisco tutto o quasi. Ma una cazzata del genere non si spiega, e non ha scusanti: qui c’è il dolo. Lo fai apposta.

In conclusione, chiarissima Professoressa Roberta Venditti, Dirigente Scolastico dell’ Istituto Comprensivo “Frezzotti/Corradini” di Latina, tenuto in considerazione quello che sei stata capace di ordinare al tuo personale, al modo in cui l’hai fatto, e alle stronzate che hai scritto, acclarata altresì la manifesta ignoranza che pervade codesta esternazione, atteso infine l’ evidente delirio di onnipotenza che ti ha animato, ti suggerirei di prenderti un anno sabbatico durante il quale fare vita sana, alimentarti correttamente, evitare alcool e droghe di ogni genere, intraprendere un percorso di riabilitazione psicologica con l’assistenza di un professionista (che si spera abbia studiato in un ateneo diverso dal tuo) e da che ci sei, ripassare un po’ di italiano e magari darti un’ infarinatura di diritto civile ed amministrativo.

Ah, quasi dimenticavo: vai a cagare. (A volte un intestino non compiutamente liberato può esser causa di disagio fisico non indifferente, che spesso si riflette sull’ umore, inficiando la lucidità necessaria a svolgere serenamente e senza pregiudizio gli uffici della propria professione).

Nota: tutto quello che è scritto qui, è scritto. L’ho scritto io. Per i più sono “anonimo”, ma se del caso la Polizia Postale può facilmente risalire all’ origine dell’ articolo. Se la Professoressa in questione si trovasse a leggere codesto post, se ne sentisse offesa e decidesse di querelarmi, la invito ad estendere le sue rimostranze in un commento. Sarà mia cura trovare il modo di palesarmi e proseguire la discussione, risparmiando anche un bel po’ di lavoro ai Tecnici della Postale (che con l’occasione saluto cordialmente).

9 pensieri riguardo “QUANDO LA REALTA’ SUPERA LA FANTASIA”

  1. Non solo non ho parole, ma, se per caso dovessi trovarne farei fatica a scriverle perché offenderebbero tutta quella Roma che sta nella Stanza dei Bottoni.
    Buona serata.
    Quarc

  2. L’avevo letto pure io perché sta facendo il giro di tutta internet. Credevo fosse Lercio oppure una di quelle toscanate del comune di Bugliano (mitico), ma questa ha battuto tutti i record.

  3. …..aaauuuuuuuuuuuu, sapessi cosa hai scatenato Albè !! Io vivo con un ‘insegnante, pedagoga, che presta servizio alle elementari da 40 anni, che per quest’anno funge come una vice preside, diciamo ( per nancanza di personale etc.. ), quindi di comunicazioni aliene di questo tipo ne vedo partorire ogni settimana, cambio di comportamenti… mamme che sbarellano dalla confusione , una settimana gai, un’altra goi… Un delirio !!!, e senza contare l’aspetto telefonico/oral/messaggistico che non finisce mai, come un centralino.. Stanno facendo impazzire la gente, a tutti i livelli. A questi livelli di distruzione e crudeltà ci arrivano solo i zionisti, (non gli Ebrei) .
    P.S. Complimenti Admin, quasi come anni addietro !! 😆 (…ci stai dando dentro con fuga, eh ? 😉 )

  4. Loredà… all’ inizio avevo pensato al “Lercio” pure io 😀

    Allegro: Grazie 😉 Certe cose tirano fuori il meglio di me…

    Lezzy: Pagheremo per tutto questo. I ragazzi che stanno subendo questo delirio verranno su “storti” sul serio. Queste sono le cose che indeboliscono la razza umana e nel lungo periodo gli effetti nefasti si faranno sentire. Quasi quasi sarebbe stata meglio una guerra. Io ci dò che ci dò, perchè essendo un tipo molto calmo e riflessivo, se non scrivo qui prima o poi faccio il botto. Certo anni addietro era un’ altra cosa, ma anche Fuga era un’ altra cosa.

  5. …altro che storti, malamente storti . La guerra ?? Claro que si hombre, como prefiere ; in Ucraina si stanno impegnando ma senza fretta…
    Non ci ssarebbe male una guerretta come scenario post covids, no ? 🙄

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...