UN “CALO DI TENSIONE” – (UN POST TECNICO)

Mi scuso in anticipo per la mancanza di temi profondi e la totale assenza di emozioni in questo post, anche se non è del tutto vero perchè da parte mia le emozioni (anche forti) ci sono: è che non pretendo che siano condivise, ma ci sono.

Qualcuno non ci avrà fatto caso (beati coloro i quali possono non farci caso), ma recentemente una buona metà del sistema informatico su cui si basano parecchie cosette più o meno utili nel nostro paese è andata allegramente a farsi fottere. Non distrutta (purtroppo), ma ferma. Bloccata. Irraggiungibile ed inutilizzabile.

Parliamo di cosucce tipo servizi dell’ agenzia delle entrate, fatturazione elettronica, dichiarazioni fiscali, sistema “greenpass”, ricette mediche, verifiche e certificazione dei giochi digitali “legalizzati”, sistema sanitario in generale, app “IO”, insomma un bordello.

A due anni quasi esatti dall’ immane stronzata dei servizi digitali INPS, di cui già ebbi modo di dire, siamo di nuovo al cospetto di un evento che dovrebbe far riflettere.

Secondo le dichiarazioni ufficiali, questo “down” di sistema sarebbe dovuto non agli “hackers”, non al cyberterrorismo, non alla guerra in Ucraina, ma ad un semplice “calo di tensione”.

Allora io adesso vorrei dire a quella manica di coglioni analfabeti raccomandati incapaci parassiti mangiapane a tradimento profittatori pezzi di merda figli di pezzi di merda cialtroni rotti in culo maledetti incapaci già l’ ho detto ma lo ridico che passa sotto il nome di So.Ge.I (Società Generale di Informatica), che farebbero bene a sfanculare tutto il settore pubbliche relazioni e a rivedere un attimo l’ ufficio stampa, perchè dichiarare pubblicamente che tutto ‘sto bordello è stato causato da un “calo di tensione” è peggio che darsi una martellata sulle palle da soli. Era meglio dare la colpa agli Hacker (come il buon Tridico, altro notevole pezzo di merda, insegna).

Almeno avreste creato un colpevole oscuro ed imprendibile, e la gente ci avrebbe pure creduto. Il vostro culo si sarebbe salvato…

Invece no. Avete optato per il “calo di tensione”.

Ma chi volete prendere per il culo, e soprattutto, che figura di merda ci fate ?

Ma si è mai visto Meta (Facebook, WhatsApp, ed altre amenità) giustificare il down dei suoi servizi con un “calo di tensione” ?

Nel caso vostro, chi sarebbe poi il “colpevole” ? “Acea Energia” ? La pioggia ? L’ anomala ondata di maltempo che interessa la nostra penisola in questi giorni ?

Cioè, voi mi state dicendo che metà del sistema informatico del paese è andato in vacca per un “calo di tensione” ?

Ma non diciamo cazzate.

Siete il maggior polo informatico pubblico d’ Italia, e vorreste darci a bere che – poverini – vi si è abbassata un pochino la corrente e sono andati a puttane tutti i vostri server da decine di milioni di euro (pubblici e pagati da noi) ?

Voglio dire, quando Aruba (uno dei più grandi poli informatici PRIVATI d’Italia) è andato giù per qualche giorno, almeno una scusa buona ce l’aveva… gli è fisicamente andata a fuoco tutta la “server farm”, e comunque hanno risolto prima e meglio di voi.

Il mio sistema informatico di casa, in confronto,è meglio del vostro, visto che resiste a sovratensioni, sottotensioni, black-out e picchi indesiderati di corrente, nonchè ad accidentali rovesciamenti di ciotole d’acqua da parte del cane nei pressi delle prese d’alimentazione cruciali. E non è pagato con denaro pubblico. Tengo a precisarlo.

Sarebbe il caso, per favore, che ci diceste la verità.

Perchè io non voglio fare il “complottista”, ma cazzo voi ve la cercate.

Cosa c’ era da infilare sotto il tappeto, cosa doveva sparire o cosa non doveva essere registrato, a due giorni dal termine dello “stato di emergenza” ?

Io al “calo di tensione” non ci credo manco se lo vedo.

Fino a quando (chiedo ancora) intendete abusare della nostra pazienza e della nostra pur notevole creduloneria ?

Esiste il termine “creduloneria” ? Non lo so, nel caso ne rivendico la paternità.

11 pensieri riguardo “UN “CALO DI TENSIONE” – (UN POST TECNICO)”

  1. Ecco… io quelli della Sogei ce li metterei a pedalare, giorno e notte, con un uomo di colore di epiche proporzioni (definizione politically correct per “negrone”) che li sollecita a colpi di frusta.
    Ma non i precari, i programmatori a progetto, le ditte sub-sub-subappaltatrici… proprio i dirigenti, quelli ripescati da Olivetti e simili, quelli che se gli chiedi cosa vuol dire Load “$”,8, 1 gli vengono i sudori freddi.
    Ma dai… un “calo di tensione”… ma come cazzo si fa ?
    Io sono basito. Possibile che nessuno abbia alzato un ditino e abbia detto “macchecazzostateaddì” ?

  2. Guarda, era meglio, ci facevano una figura meno di merda.
    E’ da non crederci… un “calo di tensione”. Io ancora non mi capacito.
    Menomale è venerdì sera.
    E stasera, in culo a Putin, Zelensky (o come cazzo si scrive), alla Sogei e a Draghi, butto tre o quattro ciocchi come si deve nel camino e contribuisco ad innalzare la CO2 e qualche altra cosetta. Che sto a sentì freddo e ho finito le bombole delle stufe. E col cazzo che le ricompro, se ne parla st’altro inverno.

  3. Mauro Corona nel suo romanzo “La fine del mondo storto” predisse un ritorno ad una vita con capacità dimenticate e qualità personali sostituite da tecnologia che dovranno salvarci dalla fine.

  4. Anni fa conobbi un sedicente appartenente al gruppo iniziale della SOGEI.
    Secondo lui l’agenzia dell’entrate aveva tutti i mezzi informatici per svolgere il lavoro con precisione al millesimo. Pareva che solo l’1% degli impiegati dell’ agenzia avesse voglia e capacità per usarli. Poi, ogni tanto, qualche politico o boiardo spara somme a casaccio sulla presunta evasione . Mi sono sempre chiesto: se conosci l’importo esatto dell’evasione, allora conosci anche i nomi degli evasori.

  5. Sono una massa di falsificatori di bilanci (di stato). L’evasione è sempre calcolata, presunta, ex-lege (parametri fantasiosi ed altro). Così so capaci tutti, e non serve manco l’informatica. Avremo modo di discuterne assai….

  6. probabilmente all’ufficio pubbliche relazioni c’è gente che non capisce una cippa è ha tirato fuori una motivazione che è una pezza peggio, molto, molto, peggio del buco.
    Perché se basta uno sbalzo di tensione a mandare KO l’impianto elettrico di una server farm significa che quell’impianto non è stato progettato e che viola tutte le millemila norme sulla sicurezza. Hai apparecchiature delicate e non piazzi un sistema di pochi euro di protezione dagli sbalzi di tensione? non segmenti la rete elettrica? Alla fine finiscono a fare la figura dei pazzi e degli incompetenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...