L’angolo di Wu

L’arte di rispondere … facendo domande!

POST DI GIGI AVANTI

   Circa il rispondere con una domanda a chi pone domande.

“Un simpatico aneddoto ebraico racconta che in principio Dio creò il punto di domanda e lo pose nel cuore dell’uomo. La domanda ti spiazza, ti coinvolge, ti rende soggetto importante nella relazione. 

Mi viene in mente la storiella di uno studioso del Talmud, il quale girava per le piazze e per le strade chiedendo ai suoi compagni: “Chi mi vende una domanda? Gli do in cambio 100 risposte”.

Il buon Oscar Wilde ripeteva: “Chiunque nella vita ti può dare risposte, ma per fare una domanda occorre un genio”.

3 pensieri riguardo “L’angolo di Wu”

  1. E’ uno strumento retorico come un altro. E’ tutta la disgustosa retorica che andrebbe abolita.
    (ora però non mi rispondere con una domanda… :D)

  2. Il mio vecchio capo era solito tartassarmi in modo assurdo.
    Come contromossa ho adottato quella di precederlo sempre, dicendogli sempre io qualcosa prima che fosse lui a dirmela.
    Lo spiazzavo sempre, con domande retoriche, conferme non richieste, informazioni ridondanti, sorrisi ebeti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...