POI NON CI LAMENTIAMO, PERO’…

Questo post nasce dall’ incontro di due cose, completamente scollegate fra loro (ma poi alla fine si ricollegano in qualche modo): la prima – non in ordine temporale ma di importanza è la lettura di questo post di Elena Delle Selve, che spiega abbastanza chiaramente la situazione in cui ci troviamo, la seconda è l’ espressione di un fenomeno attuale del quale mi sono trovato mio malgrado e con un certo fastidio ad essere testimone questa mattina.

Il post di Elena vi invito a leggerlo, l’ evento cerco di descriverlo al meglio qui appresso.

Verso una certa ora della mattina i miei Soci ed io “scappiamo” per una ventina di minuti e ce ne andiamo ad un vicino bar con tavolini per farci in pace una seconda colazione rilassata tipo cappuccino e cornetto seduti. Questa mattina al tavolino vicino c’erano una mamma con bambina. Mamma giovane, la bimba avrà avuto 5 anni al massimo, aveva in mano un tablet evidentemente connesso ad Internet e guardava qualcosa col volume abbastanza alto (ma non troppo, non è quello il problema). La mamma dal canto suo non si cagava di striscio la figlia e chiacchierava amabilmente con qualcuno al telefono. Lei si, a volume troppo alto e pure in vivavoce, tanto per far sapere a tutti i cazzi suoi, ma nemmeno questo è il problema, ormai.

Ad un certo punto, dal tablet della bambina si ode fermarsi la musica del video che stava guardando e si sente chiaramente lo “speaker” esclamare: “eccheccazzo” ! Poi riprende la musichetta idiota.

In quel momento la madre si guarda intorno sbigottita (tipo “ommioddio, scusatela“), poi smette di parlare al telefono e si incazza a bestia con la figlia: “ecco ! Spegni quel video ! Hai sentito che brutta parola ? Te l’ho detto mille volte, non voglio che guardi TikTok” !

E la figlia: “ma è uno che fa ridere, non dice davvero, è finto” !

La cosa si è chiusa là, per loro. Si saranno accordate con uno di quei patti taciti che regolano i rapporti quotidiani fra madri e figli, ma per me è cominciata l’ incazzatura multipla su più livelli. E ora ve la spiego.

Come sapete, io non ho figli ed in genere mi astengo dal giudicare chi si trova in una situazione diversa dalla mia, poichè non ho mai vissuto la sua esperienza. Infatti non giudico, mi incazzo e basta. Ci sono in questa piccola “clip” di vita da 15 secondi almeno quattro livelli di errore e non so quale sia peggio:

Primo livello di errore: tu sei in compagnia di tua figlia, probabilmente la persona più cara e preziosa della tua vita, seduta comodamente al tavolo in una mattinata di sole gradevolissima, e invece di parlare o giocare con lei stai al telefono con qualche tua comare. Escluso che si trattasse di una comunicazione importante perchè (grazie al vivavoce) posso giurare che stavano spettegolando riguardo un qualcosa successo il giorno prima.

Secondo livello di errore: lasci in mano a tua figlia (sempre la persona più cara, ecc…) un cazzo di tablet che potrebbe visualizzare qualsiasi cosa giri su Internet e lo fai solo per tenerla buona e/o levartela dalle palle affinchè tu possa spettegolare più comodamente.

Terzo livello di errore: sei perfettamente conscia di quanto al punto precedente, infatti stavi con le orecchie puntate, e hai fatto finta di risentirti solo quando ti sei accorta che quelli che erano intorno hanno notato che dal tablet di merda di tua figlia era uscito un “eccheccazzo“. Come si chiama, perbenismo ? Falso pudore ? Ipocrisia ? Te lo dico io, sei una cogliona, ed anche abbastanza meschina: non è TikTok il problema… il problema sei tu, fosse stato un video di Peppa Pig, o un videogioco, o una chat con le amichette dell’ asilo sarebbe stata la stessa identica cosa, stronza ! Tu stai tenendo buona tua figlia di 5 anni con un cazzo di tablet di merda (scusate la ripetizione, ma era un cazzo di tablet di merda) che a quell’ età non dovrebbe vedere nemmeno in mano a te.

Quarto livello di errore: la bambina ha già chiaro il concetto e non solo si permette di replicare ma ti dice pure che “è uno che fa ridere, è FINTO“. Quindi si apre quel baratro cognitivo, quella disgiunzione, quella cosa per cui il mondo virtuale “è finto”, mica è realtà… anche se nella vita “cazzo” non si dice, nel video si può. Fa ridere. E chi gliel’ avrà raccontata questa cosa ? Se la è inventata lei a 5 anni ? Non credo, cara mamma stronza, non credo. Forse sei stata tu, forse è stato papino, forse tutti e due, magari quel giorno che vi ha beccato su YouPorn. Bravi. Metodo Montessori ?

Io spero che ve ne accorgiate per tempo, e che per tempo riusciate ad interrompere questa cosa, prima che, chissà, le venga in mente di ammazzarsi seguendo un tutorial dopo che è stata “bullizzata” sulla chat di classe, prima che scopriate tutti quanti che tutto è realtà, anche il virtuale.

E che sta a voi indicare ai vostri figli quali sono le realtà “buone” e quali quelle “cattive”.

E che ci sono altri modi di tenerli occupati, se proprio non volete cagarli. Modi meno rischiosi, anche forse più intelligenti.

Sembrerà una cosa da niente, ma io mi ci sono stranito davvero.

a twisty puzzle of the the impossi-ball

It seems to me that people brains are sleeping, but their mouth is dooing excessive overtime…

Tell me please, fugafriends, do you really beleave-d this shit ?? I really like to know a bit moore of how and if, you people realize the bullshit that is fed to the whole world. IWe have being lied on a everyday bases, from every institution , on all fields, from religion to science …since the beginning: fuck me, man !!!

…WTF !?

I’m a curious creature, and eager to boost a deeper and moore constructive discussion, aiming for a better understanding… (of the bullshit 😕 )

aggiornamento tradotto
Mi sembra che il cervello delle persone stia dormendo, ma la loro bocca stia facendo straordinari eccessivi...

Ditemi, per favore, fugafriends, vi piacciono davvero queste news spazzatura?? Mi piacerebbe sapere un po' di più su come e se, Voi vi rendiate conto delle cazzate che vengono somministrate al mondo intero. Ci hanno mentito quotidianamente, da ogni istituzione, in tutti i campi, dalla religione alla scienza ... sin dall'inizio: vaffanculo, amici !!!

Sono una creatura curiosa e desiderosa di promuovere una discussione più profonda e più costruttiva, mirando a una migliore comprensione... (delle cazzate 😕 )