SIMPATICHE USANZE PRE-ELETTORALI.

A volte (spesso) mi ripeto, ma stamattina mi è tornato in mente un già illustrato modo di dire che recita così: “Pè stavorta grazzie, ‘a prossima fatte li cazzi tua“. Probabilmente esiste anche in altri vernacoli italici, ma io lo conosco in romanesco. In genere viene utilizzato quando qualcuno (non importa se animato da buone intenzioni o meno) compie un gesto che normalmente dovrebbe essere un aiuto od un favore ma che di fatto arreca più danno che altro. Esempio: l’amico tuttofare che notato un trascurabile sgocciolio dal flessibile sotto il nostro lavello si offre di sistemare la cosa e dopo un’ ora ci costringe a chiudere l’acqua generale e a chiamare un idraulico e un muratore perchè è riuscito a spanare l’ attacco a muro. Cose così.

Che c’entrano le elezioni, dite ? Ci arrivo, solo un momento.

Allora, io ho fatto in modo di limitare al massimo i miei spostamenti in auto e dopo anni di lavoro in tal senso mi trovo ad abitare in mezzo ai due luoghi dove esercito le mie “attività”. In totale, farò si e no 20 km al giorno (tutti lungo la stessa direttrice) calcolato anche che a pranzo torno a casa e poi riparto. Diciamo che faccio casa-> lavoro1-> lavoro2-> casa-> lavoro2-> casa. A parte i giri extra, in macchina ci sto in tutto mezz’ora.

E’ una decina di giorni che i tempi di percorrenza di questo tour sono più che raddoppiati.

Questo perchè, come capita sistematicamente in questa città (non so dalle altre parti ma qui ci puoi rimettere l’orologio) quando ci si avvicina a qualsiasi tipo di elezione (si nota di più con le amministrative, ma funziona anche con le politiche) tutti si ricordano all’ improvviso che c’è qualcosa da sistemare.

In pratica ti becchi, incastrati lungo la stessa strada, almeno tre cantieri inutili: oggi abbiamo avuto l’apice (spero) e nel giro di 6 chilometri di percorso ho incontrato lavori di pulizia straordinaria della vegetazione a bordo strada, ripristino serie di tombini di scolo acque meteoriche, scavo ACEA per posizionamento pali illuminazione stradale, ripavimentazione totale di carreggiata già riasfaltata perfettamente meno di un anno fa. Un delirio.

Il tutto in pieno giorno, orario lavorativo, scuole aperte, traffico a pieno regime. Due deliri.

A parte che almeno due interventi su quattro sono completamente inutili, ma cazzo di un cazzo stracazzo, avete avuto tre anni di “pandemia” e tutto lo scorso mese di agosto che per strada giravano solo i furgoni di Amazon, non avete fatto quasi una minchia e proprio adesso vi ricordate che c’è tutta questa bella roba da fare ?

Pè stavorta grazzie, ‘a prossima fateve li cazzi vostri !