Posts contrassegnato dai tag ‘matrimonio gay’

Altro che Mia Martini, altro che Marco Masini.

Vestito da beccamorto, gli piace suonare ai funerali, insomma non è più l’Elton di una volta… invecchiando ha perso un po’ di smalto, ha riposto la genialità, ha preso un po’ di cazzi di troppo ed ecco il tramonto di una stella. E se tutto va bene (ho molta fiducia nei suoi superpoteri), questa sera suonerà – con leggero anticipo – al funerale di questo governo malaticcio e acciaccato che ci portiamo dietro da troppo tempo.

Perchè dico questo ? Beh, ragazzi, potrei sbagliare, ma ho la netta sensazione che tutta questa faccenda della Cirinnà, delle Unioni Civili, della Stepchild Adoption, di quelli che imporopriamente vengono chiamati “matrimonii gay” e via elencando e froceggiando, altro non sia che l’occasione (da molti architettata e concertata) per far cadere il Governo in maniera pesante. E sarebbe pure ora. Che me sarei pure rotto er cazzo e gradirei usare la mia tessera elettorale che mi sta facendo la muffa.

Si, lo so, detta così suona un po’ strana, ma lasciatemi il tempo (altro…)

Annunci

No, non sto per fare outing… se mai mi fosse venuto un dubbio sulla mia eterosessualità credo che in questo momento me lo sarei tolto immediatamente e definitivamente come si fa con un dente marcio che ti fa vedere le stelle alle tre di notte.

Perchè io – oggi – io che storicamente sono sempre stato il portabandiera dell’uguaglianza, della libertà, della totale indifferenza verso le preferenze sessuali della gente… io che ho sempre aperto la porta di casa agli amici anche quando erano coppie cazzomunite o coppie prive di fava… io che addirittura fino ad oggi non mi sentivo di escludere a priori la possibilità di trarre piacere da un rapporto con un altro uomo (anche se non ho mai avuto l’occasione di provare)… io insomma che applicavo il principio dello “sticazzi” anche alla sfera omosessuale, beh… signori… oggi dichiaro che froci e lelle mi hanno bell’ e rotto il cazzo.

E’ un po’ che gira nell’aria questa storia, io la noto personalmente da un paio d’anni, forse è di più. Però (altro…)