Posts contrassegnato dai tag ‘politiche’

Mercoledì 23 marzo a Roma, presso l’Acquario Romano (che acquario non è…), ho assistito alla prima assemblea del movimento DIEM25, lanciato dall’ex ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis, dopo che nel febbraio scorso a Berlino c’era stato un prologo. A Roma l’incontro è stato organizzato da un altro movimento, chiamato Alternativa Europea, anche se a dire il vero rimane difficile capire dove sono le differenze tra i due gruppi, o se uno è parte dell’altro.

(altro…)

Visto lo sfascio e la decadenza generale, l’evidenza che le cose tanto non cambiano mai, molti sono tentati dall’astenersi da queste elezioni. Orbene, il mio appello invece è di recarsi in massa a votare, proprio per evitare che coloro che sinora sono stati in Parlamento vi rimangano, per continuare i loro loschi affari.

Come fare? Andate in massa a votare, e date il vostro voto a partiti che sinora non sono mai stati in Parlamento, facendo ben attenzione a non regalare il voto a delle liste civetta pseudo-civiche che nella pratica appoggiano uno o l’altro degli schieramenti che hanno fatto le radici alla Camera ed al Senato.

Delle dritte? Completamente nuovi sono il movimento di Oscar Giannino “Fermare il Declino”, che per la prima volta da cento anni a questa parte mira a riportare vere idee liberali nel parlamento italiano (anche se pesantemente influenzate dai fallimentari precetti smithiani), e poi il famoso Movimento 5 Stelle, su cui non mi soffermo per ovvie ragioni. A questi va affiancato il movimento di Ingroia, che seppur nuovo nel “contenitore” e nell’uomo di punta, nel contenuto ripropone una messe di quelle vecchie volpi dell’estrema sinistra che vogliono riconquistare i loro privilegi di parlamentari, continuando a cibarsi degli anacronistici scritti di Togliatti sotto il braccio e mostrando il pugno chiuso. Se doveste scegliere questo movimento, fate bene attenzione a boicottare la risma di politicanti legati a Rifondazione Comunista ed ai Comunisti Italiani.

Se invece non riuscite a resistere alle pubblicità, a comportamenti elettorali inveterati (“che bello che è lo scudo crociato! In casa mia lo abbiamo sempre votato, e sempre lo voteremo”), ed in fin dei conti pensate (in buona fede) che i partiti politici attualmente in Parlamento in fondo hanno fatto un buon lavoro (!), spulciatevi bene cosa hanno fatto gli attuali parlamentari durante il loro mandato.

La piattaforma web per informarsi, monitorare e intervenire nei lavori quotidiani del parlamento italiano (con dati ufficiali del Ministero dell’Interno, Camera e Senato) è http://associazione.openpolis.it/ , ma utile mi sembra anche il sito http://www.greenpeace.org/italy/it/iononvivoto/.

Poi raccomanderei di dare una occhiata al sito http://www.promessepubbliche.com/

Un po’ meno affidabile, ma forse sempre utile, sembra essere http://bachecapolitica.it/

Italiani, votate con coscienza! Per una volta, non pensate solo al vostro tornaconto personale, perché per 100 che vi promettono, questi ladri vi danno 1 e vi tolgono 1000!