Posts contrassegnato dai tag ‘roma’

Il Movimento Azzurri Italiani da (da qui a lì, da casa, da indove te pare… basta che l’accento nun ce lo metti*) l’opportunità, a tutti i cittadini, di poter entrare nel mondo politico italiano (ve lo diciamo così, tanto per dire, perché in effetti a noi interessano le elezioni comunali, ma mica ce potete cacà er cazzo co’ ste finezze!*) oramai vecchio ed obsoleto. Volemo li giovini, giovini come Sirvio!* Tutti possono iscriversi ed in questo modo si riuscirà, finalmente, a rinnovare la futura classe dirigente del nostro Paese (ve stamo sempre a pijà per culo, perché sempre de Roma stamo a parlà*).

L’unico requisito obbligatorio, per far parte degli Azzurri Italiani, è di non aver subìto alcuna condanna penale e, ovviamente, di condividere il nostro programma (che è: continuare a fasse li cazzi nostra*).

L’iscrizione è gratuita e chi vuole anche tesserarsi, può farlo con un contributo minimo annuale di 10 euro. Chi ha più determinazione ed ama la politica, può richiedere di candidarsi con noi alle prossime elezioni politiche ed amministrative del 2013. La selezione inizierà da ottobre 2012. Sinora però nun avemo nessun incensurato tra li nostra, per cui (di cui?) ci serveno quarcheduno che gli ha la fedina penale pulita*. Per iscriversi, tesserarsi o richiedere di candidarsi, è sufficiente compilare i moduli inseriti in questo sito web o lasciare i propri dati telefonando allo 011.399.78.44 o inviando un sms (senza costi aggiuntivi) al 331.40.66.693 scrivendo “COGNOME NOME ETA’ CITTA’ (me riccomanno, si nun ce li mettete li accenti, è puro mejo!*)”.

Per favore, chiamate! Permetteteci di presentare almeno qualche incensurato alle prossime elezioni di Roma!*

preso da http://www.roma2013.it/unisciti-a-noi.html

* ed in corsivo sono note dell’ONNIPOTENTE

Nota bene, la frase in neretto non è mia! L’ONNIPOTENTE l’ha solo messa in evidenza! Ho dovuto pubblicare ‘sta cosa, perché non credevo ai miei occhi! Possibile che il Centrodestra romano sia costretto a cercare degli incensurati su internet e facendo delle pubblicità per radio? La risposta è “sì”, e non solo è possibile, ma soprattutto inevitabile, almeno se vogliono presentare qualcuno che non abbia pendenze penali… questa è la classe politica romana ed italiana…

Quando il PM la fa fuori dal vaso.

Pubblicato: 19/03/2013 da 2010fugadapolis in Generale
Tag:, , ,

E’ di questi giorni la notizia dell’ arresto da parte dei Carabinieri del PM romano Roberto Staffa.

Se ne parlava già da un po’ di tempo, un riassuntino lo trovate qui, in breve l’ accusa formalizzata dal Tribunale penale di Perugia (che è competente sui Giudici romani) si basa sul fatto che nel tempo, il PM avrebbe commesso gravi abusi del suo Ufficio in cambio di prestazioni sessuali ottenute da un po’ tutto lo “scopabile” umano. In altre parole, chiunque potenzialmente fosse in grado di ricevere le sue “attenzioni” sessuali (donna, uomo, trans) poteva chiedere favori a questo signore, che non lesinava informazioni riservate, manipolazioni di atti d’ ufficio ed altri “benefit”, fino ad eventuali scarcerazioni.

Tutti i rapporti, tanto per non perdere di vista l’ oggetto della questione e per ricordare chi era che comandava, venivano consumati nell’ ufficio personale dello Staffa, nel Tribunale di Piazzale Clodio.

Chi scrive ha seri motivi personali per essere molto contento di questa notizia, ma a parte questo (che comunque non mi consola) la situazione è desolante. Pur senza voler fare di tutta l’erba un fascio e con tutti i benefici del dubbio possibili, mi chiedo: questo l’ hanno beccato, ok. Ma quanti ancora ne devono uscire fuori ? E soprattutto, come è possibile che accadano cose di questo genere ?

Non vado oltre, ma di domande ne avrei…

Sedici Ottobre Millenovecentoquarantatrè

Pubblicato: 16/10/2012 da 2010fugadapolis in Generale
Tag:, ,

Un’ alba di 69 anni fa.

Un pezzetto di Roma, una piazza, una via larga e una manciata di stradine.

Finestre ancora chiuse, i suoni di una città che si sveglia nonostante tutto.

Improvvisamente rumori fuori posto, troppo forti e troppo insistenti per quell’ ora del giorno: passi, voci che parlano una lingua diversa, veloci ordini gridati che rimbalzano fra i muri dei vicoli. Motori, troppi motori, troppo vicini.

Non c’è tempo per la colazione, pentolini con dentro acqua che non bollirà mai, luci improvvise, grida di bambini.

Si prende velocemente solo ciò che si può portare addosso, parlare non si può, spiegazioni non se ne avranno, inutile chiedere. Allo stesso modo non si risponde a nessuna domanda: ogni parola di troppo potrebbe tradire un amico, o un parente: erano 12.000, a Roma, per loro fortuna 10.978 non si trovavano lì.

Ma per 1.022 di loro, 1.022 romani “veri”, quell’ alba di 69 anni fa segnò la fine di tutto.

E anche se questo post forse non lo leggeranno mai, lo dedico ai miei amici Alberto, Peppe, Rachele e Serena.

E a nonna Settimia, che alla fine quell’acqua è tornata a farla bollire, non per il caffè, ma per la cacio e pepe che quando capitavo a casa di Alberto non mancava mai di preparare.

Ormai ci siamo tutti abituati.

Se stai guidando e ad un certo punto noti una macchina davanti a te (che fino ad un minuto prima sembrava circolare normalmente) che tutto ad un tratto comincia a comportarsi in modo strano, puoi stare sicuro: gli ha suonato il telefono.

I sintomi più evidenti di “squillo improvviso” sono (in ordine di apparizione):

– Rallentamento repentino;

– ondeggiamento del veicolo da sinistra a destra e poi di nuovo a sinistra;

– in alcuni casi blocco del veicolo (ovviamente senza segnalare);

– altrimenti proseguimento della marcia a velocità da funerale e sporadiche ripetizioni dell’ondeggiamento.

Il rallentamento è ovviamente dovuto al fatto che (altro…)

MAH…..

Pubblicato: 11/01/2012 da reggibirra in Generale
Tag:, , ,

Questa mattina in uno dei tanti gruppi di fb ho trovato questo:   I 10 COMANDAMENTI DEI ROMANI

1) Dormi più che poi ( chi dorme non pia pesce ma quanno se sveglia pia quello che hanno pescato l’artri)

 2) Fermati spesso ( chi si ferma è perduto e, ad esempio è più difficile ritrovallo si quarcuno per caso o dovesse cercà)

 3) Cambia spesso abitudini, sennò te cambiano loro; gioca d’anticipo (chi lascia la strada vecchia pe la nova, si è nova, ad esempio nun ce so buche)

 4) Onora, rispetta madre, padre e, parenti, se e solo se ch’hai un credito cò loro

5) Lavora sempre un po’ meno della tua soglia minima de sopportazione; o ricordate de abbassà ciclicamente i livelli di detta soglia

6) Nun te incazzà coi deboli, nun te incazzà coi forti. NUN TE INCAZZA PROPRIO. Se proprio te devi incazzà fallo un giorno prima de le ferie, e ricorda, i deboli fanno finta, domani saranno forti, quindi menaie subito, nu li fa cresce.

7) L’erba der vicino è sempre sua, fumatela subito sennò quer fesso der vicino ‘a taia o ce mette le statue dei sette nani

 8) Non tutti i mali vengono per nuocere, quindi tutte e vorte che hai fatto male a quarcuno, nun te sembra, ma gliai fatto bene, percio nun te sta ‘a preoccupà, che te frega.

9) Aiutati che tanto nun te aiuta nessuno, ricorda infatti che Dio è onnipresente, quinni se voleva te aiutava prima.

10) Nun scaià mai la prima pietra si nun sei sicuro da piallo BENE. Sennò e meio che te la conservi pe dopo.