Firmi da vede: Whiplash

Che filmone!

Visto in lingua originale, in aereo, insieme ad un altro grandissimo film di cui palero’ a breve. Esce tra poco in Italia e non va assolutamente perso

Di cosa parla Whiplash? Di una ossessione. Dell’ossessione di diventare il migliore di tutti. Della necessita’ di sacrificare tutto perche’ questo accada. Tutto. Amore, famiglia, amicizia, stabilita’ mentale, salute e integrita’ fisica. E di come tutto questo potrebbe non essere comunque abbastanza.

Whiplash e’ Rocky senza il pugilato. E’ Shine senza il genio. E’ Full Metal Jacket senza la guerra. E’ un film sulla batteria jazz, e sulla musica delle jazz band, che vi fara’ infoiare anche se il vostro gruppo preferito sono i Moda’.

E’ un assolo di batteria jazz di 10 minuti (!!!) che non vi annoia, anzi vi esalta.

E’ un film che sarebbe Oscar come miglior film se non fosse uscito nell’anno di Boyhood (altro capolavoro), ma che comunque portera’ a casa 3 statuette (tra cui, garantito, quella per il miglior attore non  protagonista) nonostante sia costato 2 lire

Soddisfazione garantita. Se non vi piace, rimborso il prezzo del biglietto io. Ma non c’e’ verso che non vi piaccia

42 pensieri riguardo “Firmi da vede: Whiplash”

  1. qua sta uno che pure lui pare non aver capito la profondita’ poetica nello sforzo aerobico del pulzello alle prese coi bonghi jazzaroli, e che per alcuni versi pare fare il verso ai miei commenti, lo stronzo:

    http://www.wired.it/play/cinema/2015/02/17/whiplash-i-cartoni-giapponesi-col-jazz/

    Lorentz, conviene che tu gli vada a spiegare come si sovrappone l’egida neoliberista luterana con la cultura post milesiana all’anterno di una cultura modale che, non sempre esplicitamente, si dipana tra improbabili correnti protoellingtoniane di sottocultura aerobico-caucasica.

  2. @als

    non e’ che sia mostruosamente complicato andare al secondo 28 del trailer e contare, da li’, 4 battute. Oh, se non ce la fai, pazienza dai. fatti aiutare da qualche amico bravo

    @lez
    il protagonista si procura una leggerissima ferita nel tratto di pelle tra pollice e indice

    Continuando a suonarci sopra (e trattandosi di un punto dove la pelle fatica parecchio a rimarginarsi, come saprai se ti sei mai ferito li’) la ferita si allarga leggermente.
    Il sanguinamento nella “famosa” scena su cui vi accanite tanto e’ dovuto a questo, al fatto che una ferita pre esistente si riapre.

    Non e’ una esigenza di scena, o un effetto speciale tipo la sigaretta che si accende Novecento alla fine del pezzo suonato al piano. E’ una scena assolutamente plausibile a causa della una catena di eventi precedente.

  3. ne resterà soltanto uno……………………………………………………………………………………

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...